COISP / CORTEO CENTRI SOCIALI A MILANO: BANCHE DEVASTATE E TENSIONE CON POLIZIA, SFONDATA PORTA SCUOLA MILITARE

463

ANSA/ IN 5.000 A MILANO PER RICORDARE 'DAX', BANCHE DEVASTATE TENSIONE A CORTEO CENTRI SOCIALI, SFONDATA PORTA SCUOLA MILITARE (ANSA) – MILANO, 16 MAR – Traffico paralizzato, tante banche danneggiate, la porta di una scuola militare sfondata a calci, fumogeni e petardi contro le forze dell'ordine che pero' hanno evitato di rispondere con cariche: e' stato un pomeriggio di tensione quello vissuto a Milano per il corteo nazionale dei centri sociali che hanno ricordato i dieci anni dalla morte di Davide Cesare, detto Dax. Militante del centro sociale O.R.So, Dax mori' nella notte tra il 16 e il 17 marzo 2003 dopo esser stato accoltellato da due militanti di destra e da loro padre. 'Dax 16-3-03 ucciso perche' militante antifascista. I compagni e le compagne del movimento', si leggeva sullo striscione in testa al corteo aperto dalla madre di Dax, Rosa Piro e Heidi Giuliani, la madre di Carlo, il giovane morto durante il G8 di Genova. Oltre 5.000 le persone presenti, provenienti da diversi centri sociali italiani (Roma, Bologna, Torino, Napoli) e anche stranieri, con antagonisti francesi, spagnoli, inglesi e greci. Da Piazza XXIV maggio, i manifestanti sono passati in via Brioschi davanti al bar dove e' stato ucciso Dax e hanno lasciato una corona vicino alla lapide che ricorda l'omicidio. Non lontano, ci sono stati i primi momenti di tensione quando un gruppo si e' staccato dal corteo deviando verso il commissariato di via Tabacchi protetto da un ingente cordone delle forze dell'ordine contro il quale sono stati lanciati fumogeni e petardi acui la polizia ha risposto con due lacrimogeni. Dopo aver lanciato sassi e vernice sulla facciata e fumogeni all'interno della discoteca 'Lime Light' di via Castelbarco, accusata di ''ospitare serate con estremisti di destra'', il corteo ha deviato rispetto al percorso concordato inizialmente, passando davanti alla scuola militare Teulie' sulla quale sono state fatte scritte come 'Diserta allievo'. Poi, dopo aver rotto il portoncino di ingresso a calci, sono stati lanciati nell'atrio fumogeni anche attraverso alcune finestre aperte. La serie di danneggiamenti e' poi proseguita contro le banche lungo corso Italia e corso di Porta Romana: almeno una decina le filiali con vetri sfondati con picconi, mazze, pietre e calci. ''Il denaro uccide'', e' stato scritto sui vetri di Cariparma e, dove il vetro ha ceduto, sono stati lanciati all'interno fumogeni che hanno causato principi d'incendio nel caso della Banca Popolare di Sondrio. I giovani hanno proseguito senza provocare altri incidenti in corso Lodi fino al Corvetto, in piazza Gabrio Rosa dove il corteo e' terminato e molti giovani sono andati poi all''area Grizzly', uno stabile occupato dove il centro sociale Il Cantiere ha stabilito la sede per le iniziative organizzate in tutto il weekend per ricordare Dax. (ANSA). EM-YN0 16-MAR-13 20:12 NNN

CENTRI SOCIALI: MANIFESTAZIONE A MILANO, TENSIONE CON POLIZIA (AGI) – Milano, 16 mar. – Un corteo di circa 4mila persone sta sfilando per le vie di Milano, in occasione del decennale della morte di Davide Cesare (conosciuto come Dax), un militante dell'Orsa ucciso nel 2003. I manifestanti sono partiti questo pomeriggio da piazza XXIV Maggio e hanno attraverso corso San Gottardo diretti verso piazzale Gabriele Rosa, in zona Corvetto. Il punto considerato piu' critico era quello del passaggio del corteo nei pressi di via Brioschi e via Tabacchi. In via Brioschi, nella notte tra il 16 e il 17 marzo del 2003, il giovane Dax (appartenente al centro sociale Orsa), e' stato accoltellato a morte. E, secondo i manifestanti, dal commissariato dell'adiacente via Tabacchi, quella notte sarebbero partite alcune volanti alla volta dell'ospedale San Paolo, dove la polizia avrebbe caricato un gruppo di amici del giovane ucciso. Durante il passaggio del corteo in questa zona, alcune decine di manifestanti si sono diretti verso il commissariato, lanciando petardi e pietre all'indirizzo degli agenti schierati in assetto antisommossa. Le forze dell'ordine hanno risposto lanciando alcuni lacrimogeni e disperdendo il gruppo. (AGI) Mi4/Fea 161746 MAR 13 NNNN

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here