Sicurezza: Pianese (Coisp), a Foggia servono subito più poliziotti – Comunicato stampa e rassegna

316

Sicurezza: Pianese (Coisp), a Foggia servono subito più poliziotti

Roma, 5 Settembre 2022 – “A Foggia si spara e si uccide con modalità sudamericane. Nel 2022 ci sono stati 11 agguati mortali e 10 le vittime, che sarebbero state 12 se gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Foggia non avessero interrotto il piano omicidiario di un gruppo mafioso. Nonostante questo, tutte le preoccupazioni manifestate continuamente per l’inappropriato dispositivo di controllo del territorio a causa delle gravi carenze di personale e mezzi non hanno avuto seguito”. Così il segretario generale del sindacato di Polizia Coisp, Domenico Pianese, che ha inviato una lettera al Capo della Polizia Lamberto Giannini in seguito ai gravi fatti di cronaca che si sono verificati nel foggiano. “Nei Commissariati della provincia serve un intervento urgente e concreto: l’ultimo e inadeguato incremento di 15 uomini alla Questura, a fronte di un impegno del Ministro dell’Interno per 50 uomini, non ha soddisfatto minimamente le esigenze operative. Occorrono rinforzi mirati che in media variano dalle 7 alle 10 unità per ciascun ufficio. Nei Commissariati di Manfredonia, San Severo, Cerignola e Lucera – prosegue – la carenza di organico è pari a quasi il 50% e quel poco personale che rimane deve assicurare l’operatività totale: ogni agente deve lavorare per due o tre poliziotti. Oggi a Foggia l’emergenza è garantire un’adeguata presenza della Polizia di Stato quale baluardo di legalità a tutela della sicurezza dei cittadini e per togliere alla micro e macro criminalità il controllo del territorio”.

AGENZIE STAMPA



SICUREZZA: PIANESE (COISP), ‘A FOGGIA SERVONO SUBITO PIU’ POLIZIOTTI’ =

Roma, 5 set. (Adnkronos) – ”A Foggia si spara e si uccide con modalità sudamericane. Nel 2022 ci sono stati 11 agguati mortali e 10 le vittime, che sarebbero state 12 se gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Foggia non avessero interrotto il piano omicidiario di un gruppo mafioso. Nonostante questo, tutte le preoccupazioni manifestate continuamente per l’inappropriato dispositivo di controllo del territorio a causa delle gravi carenze di personale e mezzi non hanno avuto seguito”. Così il segretario generale del sindacato di Polizia Coisp, Domenico Pianese, che ha inviato una lettera al Capo della Polizia Lamberto Giannini in seguito ai gravi fatti di cronaca che si sono verificati nel foggiano.
“Nei Commissariati della provincia serve un intervento urgente e concreto: l’ultimo e inadeguato incremento di 15 uomini alla Questura, a fronte di un impegno del Ministro dell’Interno per 50 uomini, non ha soddisfatto minimamente le esigenze operative. Occorrono rinforzi mirati che in media variano dalle 7 alle 10 unità per ciascun ufficio.
Nei Commissariati di Manfredonia, San Severo, Cerignola e Lucera – prosegue – la carenza di organico è pari a quasi il 50% e quel poco personale che rimane deve assicurare l’operatività totale: ogni agente deve lavorare per due o tre poliziotti. Oggi a Foggia l’emergenza è garantire un’adeguata presenza della Polizia di Stato quale baluardo di legalità a tutela della sicurezza dei cittadini e per togliere alla micro e macro criminalità il controllo del territorio”. (Sib/Adnkronos)


Sicurezza: Pianese (Coisp), a Foggia servono subito più poliziotti

Roma, 05 set – (Nova) – Il segretario generale del sindacato di Polizia Coisp, Domenico Pianese, in seguito ai fatti di cronaca che si sono verificati nel foggiano, ha inviato una lettera al Capo della Polizia Lamberto Giannini sottolineando che “a Foggia si spara e si uccide con modalità sudamericane”. “Nel 2022 – ha spiegato – ci sono stati 11 agguati mortali e 10 le vittime, che sarebbero state 12 se gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Foggia non avessero interrotto il piano omicidiario di un gruppo mafioso. Nonostante questo, tutte le preoccupazioni manifestate continuamente per l’inappropriato dispositivo di controllo del territorio a causa delle gravi carenze di personale e mezzi non hanno avuto seguito”. “Nei Commissariati della provincia – ha proseguito – serve un intervento urgente e concreto: l’ultimo e inadeguato incremento di 15 uomini alla Questura, a fronte di un impegno del ministro dell’Interno per 50 uomini, non ha soddisfatto minimamente le esigenze operative”. “Occorrono rinforzi mirati che in media variano dalle sette alle dieci unità per ciascun ufficio”, ha precisato. “Nei Commissariati di Manfredonia, San Severo, Cerignola e Lucera – ha continuato – la carenza di organico è pari a quasi il 50 per cento e quel poco personale che rimane deve assicurare l’operatività’ totale: ogni agente deve lavorare per due o tre poliziotti”. “Oggi a Foggia l’emergenza è garantire un’adeguata presenza della Polizia di Stato quale baluardo di legalità tutela della sicurezza dei cittadini e per togliere alla micro e macro criminalità il controllo del territorio”, ha concluso. (Rin)

SCARICA LA RASSEGNA COMPLETA