Questura di Pordenone, gravissima carenza di personale. È necessario incrementare l’organico con particolare urgenza

1933

Roma, 22 marzo 2024

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO RELAZIONI SINDACALI DELLA POLIZIA DI STATO

OGGETTO: Questura di Pordenone – Gravissima carenza di personale.
È necessario incrementare l’organico con particolare urgenza.

La nostra Segreteria Provinciale di Pordenone, unitamente alle altre rappresentanze sindacali della provincia, denuncia la gravissima situazione deficitaria dell’organico della locale Questura, di gran lunga inferiore alle previsioni dipartimentali ed alle altre realtà italiane similari anche per competenza territoriale e numero di abitanti.
Con una dotazione di circa 140 Poliziotti detta Questura è al limite della funzionalità. I soli comuni di Pordenone, Cordenons e Porcia, dove principalmente operano le Volanti per garantire prevenzione e repressione dei reati, contano circa 85.000 residenti e abbisognerebbero di una presenza su strada della Polizia di Stato certamente maggiore di quella che viene oggi garantita con affanno e peraltro esclusivamente grazie all’enorme abnegazione del personale.
La provincia di Pordenone, inoltre, conta complessivamente circa 310.000 abitanti, 51 comuni e una notevole estensione territoriale … e la Polizia di Stato giornalmente vi deve garantire la sicurezza di tutti, il controllo del territorio, le diverse attività d’ordine pubblico riguardanti manifestazioni politiche, sportive o altri eventi, oltre alle specifiche funzioni di Polizia Amministrativa.
Ebbene, tale impegno è assolto con forte difficoltà. Ne è testimonianza, su tutte, il fatto che in occasione degli eventi che abbisognano lo svolgimento di un servizio di ordine pubblico è ormai consuetudine che taluni Uffici (quelli che dovrebbero consentire il rilascio di passaporti, licenze e permessi di soggiorno) vengano temporaneamente chiusi per mancanza di personale.
La nostra Amministrazione a Pordenone “rischia la chiusura”, come sottolineato, con amarezza, dalla nostra Segreteria Provinciale e dalle altre OO.SS. nel documento allegato e non è assolutamente accettabile che un Ufficio della Polizia di Stato così importante si trovi nelle suesposte gravi condizioni funzionali.
Codesto Ufficio, pertanto, vorrà intervenire presso le competenti articolazioni del Dipartimento al fine di garantire quel necessario incremento di personale di cui la Questura di Pordenone abbisogna fortemente.
In attesa di cortese urgente riscontro, l’occasione è gradita per inviare i più Cordiali Saluti.

La Segreteria Nazionale del COISP

SCARICA QUESTA NOTA IN PDF