Questura di Napoli-Sezione Cinofili, inaccettabile negazione dell’obbligo di impiegare gli Ispettori in aderenza alle funzioni del ruolo

707

Roma, 2 dicembre 2020

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO PER LE RELAZIONI SINDACALI
c.a. Signor Direttore, Vice Prefetto Maria De Bartolomeis

OGGETTO: Questura di Napoli, Sezione Cinofili – Inaccettabile negazione dell’obbligo di impiegare gli Ispettori in aderenza alle funzioni del ruolo.

Preg.mo Direttore,
l’Ordinamento del personale della Polizia di Stato che espleta funzioni di polizia, emanato con DPR 24.04.1982, n. 335, statuisce all’art. 26 quelle che sono le “funzioni” del personale del ruolo degli Ispettori, i quali, nell’espletamento dei compiti d’istituto, “sono diretti collaboratori dei superiori gerarchici”.
Il citato decreto, come peraltro ribadito in circolari del Dipartimento, pone gli Ispettori in posizione mediale tra gli appartenenti alle carriere direttive e dirigenziali ed il rimanente personale, e statuisce la loro partecipazione all’azione di guida, di indirizzo e di addestramento, nonché all’azione disciplinare nei confronti del personale dei ruoli sottordinati degli Agenti e Assistenti e dei Sovrintendenti cui sono affidate mansioni esecutive.
Ebbene, ci lascia interdetti che tali modalità di illegittimo impiego del personale in aperta violazione dell’Ordinamento del Personale della Polizia di Stato, siano sostenute da una articolazione centrale del Dipartimento della P.S. che al contrario dovrebbe affermare e difendere, almeno quanto il Sindacato, l’opportunità e l’obbligo della loro puntuale applicazione e rispetto.
Un appartenente alla Polizia di Stato, in servizio presso la Questura di Napoli, UPGSP – V Sezione Cinofili, con la qualifica di conduttore cinofilo, vincitore di apposito concorso viene inquadrato nel ruolo degli Ispettori e, da Vice Ispettore, viene riassegnato presso la medesima Sezione Cinofili ove sono presenti altri due Vice Ispettori, uno con l’incarico di responsabile della sezione, il secondo con l’incarico di vice responsabile ed un terzo a cui vengono affidati i compiti di concorrere alla materiale pulizia e disinfezione collettiva del canile e degli altri ambienti di stabulazione esistenti nonché del vano carico dei mezzi di trasporto in dotazione all’ufficio, attività precipue degli appartenenti al ruolo esecutivo. La disparità di trattamento, la discriminazione ed il demansionamento operati in danno del predetto Vice Ispettore sono evidenti ed incontrovertibili e riteniamo inaccettabile che non siano stati risolti dall’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Napoli.
Le norme che regolano l’impiego del personale della Polizia di Stato appartenente ai vari ruoli impediscono tali comportamenti discriminatori, affermano invece che il predetto collega avrebbe dovuto adesso svolgere compiti attinenti alle proprie nuove funzioni del ruolo degli Ispettori, invece lo stesso si ritrova a svolgere esattamente le stesse mansioni che eseguiva in precedenza quando apparteneva ad un ruolo con mansioni esecutive.
L’intervento della nostra Segreteria Provinciale di Napoli nei confronti del Questore ha portato quest’ultimo a formulare un quesito al Servizio Reparti Speciali della Direzione Centrale delle Specialità e dei Reparti Speciali … e tale Servizio, con nota n. 21746 del 30 ottobre 2020, ignorando lunghi passaggi dell’articolato quesito posto dalla Questura di Napoli, ha inteso rispondere affermando che un: “ruolo preminente e prioritario della specialità cinofila rispetto alla attribuzioni tipiche della qualifica di riferimento di ciascun dipendente”, asserendo in altre parole una cosa che il D.P.R. N.335/82 ORDINAMENTO DEL PERSONALE DELLA POLIZIA DI STATO CHE ESPLETA FUNZIONI DI POLIZIA è carta straccia.
Ora, è certamente necessario, Preg.mo Direttore, un Suo urgente intervento tanto nei confronti del menzionato Servizio Reparto Speciali che verso la Questura di Napoli, volto a riaffermare il rispetto delle funzioni del personale del ruolo degli Ispettori.
In attesa di cortese urgente riscontro, l’occasione è gradita per inviare i più Cordiali Saluti.

Il Segretario Generale del COISP
Domenico Pianese

SCARICA QUESTA NOTA IN PDF