Susa, ignobili NoTav e Poliziotti da lodare. Lettera al Capo della Polizia

857

Roma, 30 giugno 2020

AL SIGNOR CAPO DELLA POLIZIA
Direttore Generale della Pubblica Sicurezza
Prefetto Franco Gabrielli

OGGETTO: Susa, ignobili NoTav e Poliziotti da lodare.

Preg.mo Signor Capo della Polizia,
come certamente avrà fatto anche Lei, abbiamo dovuto vedere le immagini di quanto accaduto il pomeriggio dello scorso 27 giugno a Susa (TO) e l’abbiamo fatto provando profonda amarezza mista a rabbia e dolore … ma anche piena soddisfazione nei confronti dell’operato dei Poliziotti.
Non era un servizio di ordine pubblico, altrimenti difficilmente sarebbe accaduto che la Polizia cedesse il passo di un territorio da difendere, ma si è trattato di pochi colleghi che stavano consumando un pasto, in divisa, dovendo iniziare da lì a breve il turno di servizio, e che sono stati assediati da un gruppo consistente di individui aderenti ai gruppi NoTav che in loro vedevano l’oggetto su cui sfogarsi, costringendo l’arrivo di rinforzi e poi, avuta piena coscienza del reale intento dei manifestanti, ad uno spedito quanto apparentemente poco decoroso ripiegamento.
Si poteva fare altrimenti? No di certo perché in quella circostanza non vi era un territorio o un evento da salvaguardare. Il problema era esclusivamente la nostra presenza e per evitare disordini abbiamo dovuto cedere il passo, a denti stretti, con la sofferenza nel cuore e la consapevolezza, nel cervello, dell’importante ruolo che rivestiamo.
Preg.mo Signor Capo della Polizia, si è detto in più occasioni che da anni siamo diventati il catalizzatore di qualsivoglia lamentela ed abbiamo sempre accettato tale funzione, dimostrandolo anche a Susa, tre giorni fa, dove abbiamo saputo sopportare insulti, offese e sputi senza cedere alla forte e comprensibile tentazione di replicare, riuscendo ad evitare uno scontro fisico che chiaramente quegli individui, quelli che oramai ci vedono come nemici, ricercavano per poi mettere la Polizia di Stato sulla graticola e dare ampio sfogo anche a quei politici, pochi ma che sanno trovare ampi spazi mediatici, il cui unico impegno è volto a criminalizzare le Forze dell’Ordine.
Ora, se da una parte ci sentiamo di dover ringraziare di cuore e lodare quei nostri colleghi per aver saputo sopportare un’aggressione psicologica fortissima senza lasciarsi andare a quelle reazioni che i NoTav volevano ottenere, d’altro canto è giusto sottolineare la demenza di tali manifestanti che oggi ci scacciano e che domani potrebbero pregare un nostro rapido intervento in un momento di loro bisogno … e che ci vedranno giungere prontamente, prodigandoci per loro senza chiedergli quanto il giorno prima siano stati cialtroni nei nostri confronti.
La differenza sta nella dignità. La nostra è elevatissima. La loro è riposta sotto le suole delle loro scarpe.
A Lei chiediamo, Preg.mo Signor Capo della Polizia, di valutare favorevolmente una dichiarazione di forte apprezzamento nei confronti di quei nostri colleghi.
Con sincera e profonda stima,

Il Segretario Generale del COISP
Domenico Pianese

SCARICA QUESTA NOTA IN PDF