Sicurezza: Pianese (Coisp) a Lamorgese, poliziotti meritano giusta attenzione – Comunicato stampa e Agenzie

384

Sicurezza: Pianese (Coisp) a Lamorgese, poliziotti meritano giusta attenzione

Roma, 21 Ottobre 2021 – “E’ arrivato il momento che il governo riconosca realmente l’impegno e la dedizione delle donne e degli uomini della Polizia di Stato. Dopo aver chiesto ai poliziotti, nel periodo più buio di questa pandemia, di rischiare la loro salute e quella dei propri familiari effettuando controlli muniti solo di mascherine e di un paio di guanti, spesso acquistati a proprie spese, è inaccettabile adesso pretendere di assimilarli agli altri lavoratori nelle misure di prevenzione messe in campo, a cominciare dal green pass”. Così il segretario generale del Coisp Domenico Pianese in una lettera consegnata questa mattina al Ministro dell’Interno Lamorgese. “Se fossimo stati ascoltati prima dell’entrata in vigore delle nuove norme – prosegue Pianese – avremmo potuto evidenziare la possibilità di garantire i test antigenici ai poliziotti attraverso la Direzione Centrale di Sanità, con le sue strutture territoriali, a un prezzo ragionevole. Questo sia per velocizzare i tempi, e scongiurare così criticità nella gestione dei servizi, sia in considerazione della pesante incidenza del costo dei tamponi su uno stipendio già estremamente contenuto”. Proprio sul fronte del rinnovo contrattuale relativo al triennio 2019-2021, Pianese osserva: “La priorità dovrebbe essere quella di recuperare gli enormi gap, sia normativi che economici, che ci sono stati imposti anche rispetto al restante pubblico impiego. Ma le cose non stanno andando per questo verso: sul fondo relativo al ‘pacchetto specificità’ che dovrebbe garantire, finalmente, una adeguata tutela legale, la previdenza complementare e l’assistenza sanitaria per i poliziotti, non si ha ancora notizia. Eppure non chiediamo che il rispetto del nostro lavoro e della dignità delle nostre funzioni”, conclude.

AGENZIE STAMPA


Sicurezza: Pianese (Coisp) a Lamorgese, poliziotti meritano giusta attenzione

Roma, 21 ott – (Nova) – “E’ arrivato il momento che il governo riconosca realmente l’impegno e la dedizione delle donne e degli uomini della Polizia di Stato. Dopo aver chiesto ai poliziotti, nel periodo piu’ buio di questa pandemia, di rischiare la loro salute e quella dei propri familiari effettuando controlli muniti solo di mascherine e di un paio di guanti, spesso acquistati a proprie spese, e’ inaccettabile adesso pretendere di assimilarli agli altri lavoratori nelle misure di prevenzione messe in campo, a cominciare dal green pass”. Lo afferma il segretario generale del Coisp Domenico Pianese in una lettera consegnata questa mattina al ministro dell’Interno
Lamorgese. “Se fossimo stati ascoltati prima dell’entrata in vigore delle nuove norme – prosegue Pianese – avremmo potuto evidenziare la possibilita’ di garantire i test antigenici ai poliziotti attraverso la Direzione Centrale di Sanita’, con le sue strutture territoriali, a un prezzo ragionevole.
Questo sia per velocizzare i tempi, e scongiurare cosi’ criticita’ nella gestione dei servizi, sia in considerazione della pesante incidenza del costo dei tamponi su uno stipendio gia’ estremamente contenuto”. (segue) (Com)


Sicurezza: Pianese (Coisp) a Lamorgese, poliziotti meritano giusta attenzione (2)

Roma, 21 ott – (Nova) – Proprio sul fronte del rinnovo contrattuale relativo al triennio 2019-2021, Pianese osserva: “La priorita’ dovrebbe essere quella di recuperare gli enormi gap, sia normativi che economici, che ci sono stati imposti anche rispetto al restante pubblico impiego.
Ma le cose non stanno andando per questo verso: sul fondo relativo al ‘pacchetto specificita” che dovrebbe garantire, finalmente, una adeguata tutela legale, la previdenza complementare e l’assistenza sanitaria per i poliziotti, non si ha ancora notizia. Eppure non chiediamo che il rispetto del nostro lavoro e della dignita’ delle nostre funzioni”, conclude. (Com)



SICUREZZA. COISP A LAMORGESE: POLIZIOTTI MERITANO GIUSTA ATTENZIONE

(DIRE) Roma, 21 ott. – “E’ arrivato il momento che il governo riconosca realmente l’impegno e la dedizione delle donne e degli uomini della Polizia di Stato. Dopo aver chiesto ai poliziotti, nel periodo più buio di questa pandemia, di rischiare la loro salute e quella dei propri familiari effettuando controlli muniti solo di mascherine e di un paio di guanti, spesso acquistati a proprie spese, è inaccettabile adesso pretendere di assimilarli agli altri lavoratori nelle misure di prevenzione messe in campo, a cominciare dal green pass”. Così il segretario generale del Coisp Domenico Pianese in una lettera consegnata questa mattina al Ministro dell’Interno Lamorgese.
“Se fossimo stati ascoltati prima dell’entrata in vigore delle nuove norme – prosegue Pianese – avremmo potuto evidenziare la possibilità di garantire i test antigenici ai poliziotti attraverso la Direzione Centrale di Sanità, con le sue strutture territoriali, a un prezzo ragionevole. Questo sia per velocizzare i tempi, e scongiurare così criticità nella gestione dei servizi, sia in considerazione della pesante incidenza del costo dei tamponi su uno stipendio già estremamente contenuto”. Proprio sul fronte del rinnovo contrattuale relativo al triennio 2019-2021,
Pianese osserva: “La priorità dovrebbe essere quella di recuperare gli enormi gap, sia normativi che economici, che ci sono stati imposti anche rispetto al restante pubblico impiego.
Ma le cose non stanno andando per questo verso: sul fondo relativo al ‘pacchetto specificità’ che dovrebbe garantire, finalmente, una adeguata tutela legale, la previdenza complementare e l’assistenza sanitaria per i poliziotti, non si ha ancora notizia. Eppure non chiediamo che il rispetto del nostro lavoro e della dignità delle nostre funzioni”, conclude. (Com/Sor/ Dire)



Pianese (Coisp) a Lamorgese: poliziotti meritano giusta attenzione

Roma, 21 ott. (askanews) – “E’ arrivato il momento che il governo riconosca realmente l’impegno e la dedizione delle donne e degli uomini della Polizia di Stato. Dopo aver chiesto ai poliziotti, nel periodo più buio di questa pandemia, di rischiare la loro salute e quella dei propri familiari effettuando controlli muniti solo di mascherine e di un paio di guanti, spesso acquistati a proprie spese, è inaccettabile adesso pretendere di assimilarli agli altri lavoratori nelle misure di prevenzione messe in campo, a cominciare dal green pass”. Così il segretario generale del Coisp Domenico Pianese in una lettera consegnata questa mattina al Ministro dell’Interno Lamorgese.

“Se fossimo stati ascoltati prima dell’entrata in vigore delle nuove norme – prosegue Pianese – avremmo potuto evidenziare la possibilità di garantire i test antigenici ai poliziotti attraverso la Direzione Centrale di Sanità, con le sue strutture territoriali, a un prezzo ragionevole. Questo sia per velocizzare i tempi, e scongiurare così criticità nella gestione dei servizi, sia in considerazione della pesante incidenza del costo dei tamponi su uno stipendio già estremamente contenuto”.

Proprio sul fronte del rinnovo contrattuale relativo al triennio 2019-2021, Pianese osserva: “La priorità dovrebbe essere quella di recuperare gli enormi gap, sia normativi che economici, che ci sono stati imposti anche rispetto al restante pubblico impiego. Ma le cose non stanno andando per questo verso: sul fondo relativo al ‘pacchetto specificità’ che dovrebbe garantire, finalmente, una adeguata tutela legale, la previdenza complementare e l’assistenza sanitaria per i poliziotti, non si ha ancora notizia. Eppure non chiediamo che il rispetto del nostro lavoro e della dignità delle nostre funzioni”, conclude Red 20211021T145440Z ********



Sicurezza: Pianese (Coisp) a Lamorgese, poliziotti meritano giusta attenzione

Roma, 21 Ottobre 2021 (Agenparl) – “E’ arrivato il momento che il governo riconosca realmente l’impegno e la dedizione delle donne e degli uomini della Polizia di Stato. Dopo aver chiesto ai poliziotti, nel periodo più buio di questa pandemia, di rischiare la loro salute e quella dei propri familiari effettuando controlli muniti solo di mascherine e di un paio di guanti, spesso acquistati a proprie spese, è inaccettabile adesso pretendere di assimilarli agli altri lavoratori nelle misure di prevenzione messe in campo, a cominciare dal green pass”. Così il segretario generale del Coisp Domenico Pianese in una lettera consegnata questa mattina al Ministro dell’Interno Lamorgese. “Se fossimo stati ascoltati prima dell’entrata in vigore delle nuove norme – prosegue Pianese – avremmo potuto evidenziare la possibilità di garantire i test antigenici ai poliziotti attraverso la Direzione Centrale di Sanità, con le sue strutture territoriali, a un prezzo ragionevole. Questo sia per velocizzare i tempi, e scongiurare così criticità nella gestione dei servizi, sia in considerazione della pesante incidenza del costo dei tamponi su uno stipendio già estremamente contenuto”. Proprio sul fronte del rinnovo contrattuale relativo al triennio 2019-2021, Pianese osserva: “La priorità dovrebbe essere quella di recuperare gli enormi gap, sia normativi che economici, che ci sono stati imposti anche rispetto al restante pubblico impiego. Ma le cose non stanno andando per questo verso: sul fondo relativo al ‘pacchetto specificità’ che dovrebbe garantire, finalmente, una adeguata tutela legale, la previdenza complementare e l’assistenza sanitaria per i poliziotti, non si ha ancora notizia. Eppure non chiediamo che il rispetto del nostro lavoro e della dignità delle nostre funzioni”, conclude.


Sicurezza: Pianese (Coisp) a Lamorgese, poliziotti meritano giusta attenzione

“E’ arrivato il momento che il governo riconosca realmente l’impegno e la dedizione delle donne e degli uomini della Polizia di Stato. Dopo aver chiesto ai poliziotti, nel periodo più buio di questa pandemia, di rischiare la loro salute e quella dei propri familiari effettuando controlli muniti solo di mascherine e di un paio di guanti, spesso acquistati a proprie spese, è inaccettabile adesso pretendere di assimilarli agli altri lavoratori nelle misure di prevenzione messe in campo, a cominciare dal green pass”. Così il segretario generale del Coisp Domenico Pianese in una lettera consegnata questa mattina al Ministro dell’Interno Lamorgese.

“Se fossimo stati ascoltati prima dell’entrata in vigore delle nuove norme – prosegue Pianese – avremmo potuto evidenziare la possibilità di garantire i test antigenici ai poliziotti attraverso la Direzione Centrale di Sanità, con le sue strutture territoriali, a un prezzo ragionevole. Questo sia per velocizzare i tempi, e scongiurare così criticità nella gestione dei servizi, sia in considerazione della pesante incidenza del costo dei tamponi su uno stipendio già estremamente contenuto”.

Proprio sul fronte del rinnovo contrattuale relativo al triennio 2019-2021, Pianese osserva: “La priorità dovrebbe essere quella di recuperare gli enormi gap, sia normativi che economici, che ci sono stati imposti anche rispetto al restante pubblico impiego. Ma le cose non stanno andando per questo verso: sul fondo relativo al ‘pacchetto specificità’ che dovrebbe garantire, finalmente, una adeguata tutela legale, la previdenza complementare e l’assistenza sanitaria per i poliziotti, non si ha ancora notizia. Eppure non chiediamo che il rispetto del nostro lavoro e della dignità delle nostre funzioni”, conclude Red 20211021T145440Z ********