Questura di Barletta Andria Trani, pare che in molti debbano essere istruiti finanche sulle norme più basilari

539

Roma, 29 marzo 2022

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO RELAZIONI SINDACALI DELLA POLIZIA DI STATO

OGGETTO: Questura di Barletta Andria Trani – Pare che in molti debbano essere istruiti finanche sulle norme più basilari.

Lo scorso 7 febbraio la nostra Segreteria Provinciale di Barletta Andria Trani ha indirizzato al Questore di quella provincia e, per conoscenza, ai dirigenti dei Commissariati di P.S. di Trani e di Canosa di Puglia, una formale richiesta di accesso ai documenti amministrativi (Allegato 1) riguardanti gli ordini di servizio giornalieri, la pianificazione settimanale dei servizi, i cambi turno, etc. etc.., per il periodo 15.12.2021-30.1.2022 relativamente ai due menzionati Uffici distaccati.

L’istanza, costituente prerogativa del Sindacato come statuito dal vigente ANQ e come più volte ribadito da codesto stesso Ufficio, trovava risposta in una nota datata 28 febbraio (Allegato 2) a firma del dirigente del Commissariato di Trani, anziché del Questore come avrebbe dovuto essere, con la quale si provvedeva a nominare «responsabile del procedimento» un dipendente dell’Amministrazione civile dell’interno che avrebbe dovuto corrispondere la documentazione chiesta dal COISP entro il giorno 10 marzo.

Detta nota riportava la nostra Segreteria Provinciale in indirizzo “per conoscenza” … e già questo è tutto un dire … ma v’è stato poi di peggio.

Ciò che ha fatto sobbalzare è stata difatti l’assoluta sconoscenza delle norme testimoniata in una successiva nota del 7 marzo (Allegato 3), sempre a firma del dirigente del menzionato Commissariato di Trani, il quale informava la nostra Segreteria Provinciale del fatto che l’accesso alla documentazione richiesta non sarebbe più stato consentito. Specificatamente veniva puntualizzato: «su disposizione dell’Ufficio di Gabinetto della Questura BAT, quest’ufficio non potrà dar seguito alla richiesta in assenza al momento di una contrattazione decentrata».

Ora, pur essendo vero che presso la citata Questura, istituita a luglio dello scorso anno, non si è ancora provveduto alla sottoscrizione di una “contrattazione decentrata” stante la mancata conoscenza, ad oggi, della consistenza della rappresentatività sindacale in detta provincia, è evidente che tanto il dirigente del Commissariato di Trani che qualcheduno dell’Ufficio di Gabinetto della Questura che ha dato la citata «disposizione», prima che venisse scritta la predetta corbelleria avrebbero dovuto porsi la seguente domanda: che c’entra la “contrattazione decentrata” con una istanza di accesso ai documenti amministrativi? … e la risposta che si sarebbero dati sarebbe stata che non c’azzecca proprio nulla!!

Ebbene, se da una parte la citata evidente sconoscenza delle norme preoccupa questa O.S., d’altra parte ad essere ancor più preoccupato dovrebbe essere il Questore di quella provincia che si ritrova collaboratori poco istruiti finanche sulle norme più basilari.

Dovrebbe preoccupare però anche codesto Ufficio, al quale è chiesto di intervenire con cortese urgenza sulla questione, garantendo al COISP il diritto (che ha appieno!) di accedere alla documentazione richiesta.

In attesa di riscontro, l’occasione è gradita per inviare i più Cordiali Saluti.

La Segreteria Nazionale del COISP

SCARICA QUESTA NOTA IN PDF