Matteo Bianchi (COISP): “No all’accorpamento della Polizia di Frontiera alla Spezia”..

484

Bianchi (Coisp): "No all'accorpamento della Polizia di Frontiera alla Spezia".

La Spezia – Il Segretario Regionale del Coisp, Matteo Bianchi, interviene sull’ipotetico accorpamento della Polizia di Frontiera alla Questura della Spezia. Continua il segretario: ”Quella che fino a pochi gironi fa era solo una voce di corridoio, ha purtroppo trovato conferma in una lettera ufficiale inviata dal Dirigente della Zona di Polizia di Frontiera di Torino , dalla quale Spezia dipende gerarchicamente , da cui emerge l’allarmante rischio accorpamento appunto della Polizia di Frontiera della Spezia alla locale Questura. Appare chiaro come non si possa gioire per una simile notizia , poiché ovviamente, con le gravi carenze organiche di cui oggi soffrono tutti gli uffici di Polizia a livello Nazionale, questo accorpamento porterà inevitabilmente ulteriori disagi , andando ad aggravare ulteriormente quella che è già una situazione insostenibile. ” Prosegue Bianchi:” Qui i politici devono immediatamente e senza esitazione, assumere una posizione in merito, poiché ovviamente anche con i progetti in cantiere d’ampliamento della ricettività del porto della Spezia , la dismissione di fatto della Polizia di Frontiera diventa inevitabilmente un pericoloso boomerang , che andrebbe ad ufficializzare anche nella nostra Provincia, un pericolo di ridimensionamento delle Forze dell’Ordine sul territorio ed a farne le spese come al solito oltre agli uomini e alle donne della Polizia di Stato, ai quali verrebbero chiesti ulteriori sacrifici, sarebbero senza ombra di dubbio i contribuenti, ulteriormente penalizzati in tema di sicurezza, come si può chiaramente evincere leggendo le notizie di cronaca che giungono dalla realtà Provinciale spezzina, ove furti , scippi e rapine sono ormai all’ordine del giorno ”

Conclude Bianchi”Noi del Coisp non possiamo accettarlo e per questo, oltre a richiedere un incontro ufficiale con le forze politiche/amministrative locali, le quali, a nostro avviso, dovranno senza ombra di dubbio assumere una posizione politica nel merito della questione, attueremo una serie di proteste eclatanti nell'intento di rappresentare un chiaro e forte segnale in netta antitesi rispetto alle posizioni assunte da parte dl Ministero dell’Interno, fortemente convinti del fatto che, oltre a preservare professionalità come quelle della Polizia di Frontiera, i cittadini necessitano e meritano una sicurezza, fatta non solo di parole , ma soprattutto di risposte chiare e risolutive in caso di necessità. La chiusura della Polizia di Frontiera rappresenterebbe l'esatto contrario!”

Domenica 3 marzo 2013 – REDAZIONE  redazione@cittadellaspezia.com

http://www.cittadellaspezia.com/La-Spezia/Attualita/Bianchi-Coisp-No-all-accorpamento-della-126173.aspx

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here