Le singolari interpretazioni dell’ANQ del Questore di Caltanissetta

899

Roma, 17 novembre 2021

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO RELAZIONI SINDACALI DELLA POLIZIA DI STATO
c.a. Signor Direttore, Vice Prefetto Maria De Bartolomeis

OGGETTO: Le singolari interpretazioni dell’ANQ del Questore di Caltanissetta.

Preg.mo Direttore,
l’articolo 18 del vigente ANQ, nel definire i criteri e le modalità applicative dell’istituto della reperibilità pattizia, prevede un accordo semestrale con le OO.SS. secondo le procedure stabilite in materia di contrattazione.
Ebbene, il fatto che l’accordo sulla reperibilità ex art. 18 ANQ ha durata semestrale e che al termine del citato periodo è d’obbligo provvedere a sottoscrivere un nuovo accordo, che può anche essere identico al precedente come differire in alcune parti o non essere più raggiunto, pare trovare incomprensibile difformità di veduta da parte del Questore di Caltanissetta, il quale, come si evince dalla documentazione allegata (sarà sufficiente leggere le parti che abbiamo sottolineato), è assolutamente convinto che per il citato istituto della reperibilità sussiste la clausola rebus sic stantibus per cui in assenza di esigenze dell’Amministrazione di modificare l’accordo o di richieste in tal senso da parte delle OO.SS. che costituiscono la maggioranza degli iscritti nella provincia, l’accordo rimane in vigore sine die.
Ecco quindi che a Caltanissetta, come scrive lo stesso Questore, l’accordo sulla reperibilità ex art. 18 ANQ è stato “sottoscritto il 10 maggio 2010, modificato il 10 novembre 2015 e attuato in regime di prorogatio fino ad oggi”.
Ecco quindi che a Caltanissetta, dopo le ripetute richieste della nostra Segreteria Provinciale COISP di garantire il rispetto dell’art. 18 dell’ANQ e quindi di convocare semestralmente le OO.SS. per il raggiungimento, o meno, dell’accordo relativo all’istituto della reperibilità, il Questore ha pervicacemente insistito con il chiedere alle OO.SS. se vogliano modificare l’accordo vigente, risalente – come detto – al 2010 e poi modificato nel 2015, significando che provvederà a convocare le OO.SS. solamente se pervengono richieste di modifica.
Insomma, una singolare interpretazione dell’ANQ da parte del Questore della citata provincia.
In considerazione di quanto stigmatizzato si chiede un urgente intervento di codesto Ufficio affinché anche presso la Questura di Caltanissetta siano tutte le prescrizioni dell’Accordo Nazionale Quadro.
In attesa di cortese urgente riscontro, l’occasione è gradita per inviare i più Cordiali Saluti.

Il Segretario Generale del COISP
Domenico Pianese

SCARICA QUESTA NOTA IN PDF