Reparti Mobili della Polizia di Stato

Esito incontro del 17 novembre 2021

211

Si è svolto in data odierna il previsto incontro con il Capo della Polizia Prefetto Lamberto Giannini inerente le problematiche relative ai Reparti Mobili della Polizia di Stato.
L’incontro ha visto la partecipazione del Vice Capo della Polizia Prefetto Maria Luisa Pellizzari, del Capo della Segreteria del Dipartimento Prefetto Sergio Bracco, del Direttore Centrale della DAGEP Prefetto Giuseppe Scandone e del Direttore Centrale per i Reparti Speciali Dott.ssa Daniela Stradiotto.
Preliminarmente il Capo della Polizia ha annunciato che a dicembre saranno pagate le ore di lavoro straordinario eccedente effettuate nel secondo semestre del 2020. Quindi, dopo aver evidenziato un particolare riconoscimento per il personale dei Reparti Mobili che stanno svolgendo un lavoro encomiale in tutte le innumerevoli manifestazioni ed eventi, il Prefetto Giannini ha avviato un confronto su una rilevata esigenza di intervenire affinché ci sia un abbassamento dell’età media del personale in servizio nei Reparti Mobili.
In particolarmente il Capo della Polizia ha rappresentato come detta esigenza di abbassare l’età media dei Poliziotti nei citati Reparti Mobili sia preminente in particolare per quei Reparti ove si hanno età medie che oscillano tra i 49 ed i 52 anni di età … e che per farvi fronte l’Amministrazione ha intenzione di inviarvi Agenti di prima nomina già dal prossimo mese di febbraio, pursenza mortificare le aspettative di mobilità del personale già in servizio che aspira ad essere assegnato presso i predetti Reparti.
La Federazione COISP MOSAP, nel suo articolato intervento di cui una parte è ascoltabile al seguente link https://bit.ly/3Hpc87L, ha evidenziato che i problemi patiti dal personale dei Reparti Mobili attengono solo parzialmente all’elevata età media, che comunque pure è rappresentativa dei danni derivanti dal mancato turnover del personale andato in quiescenza o trasferito in altri uffici.
Molteplici problematiche – ha proseguito questa Federazione – che riguardano il personale dei Reparti Mobili attengono difatti alla gestione dei servizi, ad una logistica lacunosa ed inefficiente che troppo spesso non consente a tale personale di riposare in strutture ricettive confacenti e rispettose delle prescrizioni anti Covid, né la consumazione di pasti degni di questo nome … ad una predisposizione dei turni di servizio che non tiene conto del rispetto delle norme vigenti, nemmeno per ciò che riguarda il periodo di tempo che deve intercorrere tra la fine di un turno e l’inizio del successivo.
Nel merito dell’iniziativa dell’Amministrazione sul ringiovanimento dei Reparti Mobili, questa Federazione COISP MOSAP ha sottolineato che tale iniziativa, che pur si condivide, non deve tuttavia in alcun modo confliggere con la mobilità del personale che da tempo ha espresso la propria aspirazione di essere trasferito ai Reparti Mobili, con ciò significando che le assegnazioni degli Agenti di nuova nomina presso i ridetti Reparti dovranno essere fatte in aggiunta al piano di potenziamenti già previsto e tenendo conto delle peculiarità di ogni Reparto e dell’età media del personale che ne costituisce l’organico, privilegiando in particolar modo quei Reparti che hanno una età media più elevata.
La Federazione COISP MOSAP ha inoltre richiesto l’istituzione di un tavolo tecnico permanente composto da componenti dell’Amministrazione e dei Sindacati maggiormente rappresentativi al fine di analizzare periodicamente le criticità e di proporre eventuali iniziative volte alla loro risoluzione.
Infine questa Federazione ha proposto il conferimento di un nastrino apposito per chi ha partecipato alle attività connesse al G20 in considerazione dei particolari riconoscimenti tributati alla Polizia di Stato per la perfetta riuscita di tutti i servizi.
Il Capo della Polizia, al termine dell’incontro, apprezzando le riflessioni poste dalla nostra Federazione, ha concordato sulla necessità di predisporre un tavolo di confronto permanente sulle problematiche dei Reparti Mobili, inoltre ha assicurato una maggiore attenzione nella predisposizione di un idoneo supporto logistico da fornire al personale dei citati Reparti sia per l’individuazione di idonee strutture alloggiative e la fornitura di un vitto appropriato.
Il Prefetto Giannini ha poi condiviso la proposta di istituire un nastrino per il G20 ed ha annunciato che si sta finalmente concretizzando l’adozione delle bodycam e del taser che dovrebbero essere messi entrambe in distribuzione nei primi mesi del prossimo anno.

Roma, 17 novembre 2021

La Segreteria Nazionale della Federazione COISP – MOSAP

SCARICA QUESTA NOTA IN PDF