Lampedusa: condizioni lavorative inaccettabili per i Poliziotti. Il COISP chiede l’intervento del Governo

913

LAMPEDUSA: CONDIZIONI LAVORATIVE INACCETTABILI PER I POLIZIOTTI. IL COISP CHIEDE L’INTERVENTO DEL GOVERNO

Roma, 10 Novembre 2020
“La situazione nel Centro Accoglienza di Lampedusa è vergognosa: il governo ormai si è totalmente disinteressato dell’incolumità e della sicurezza sanitaria degli agenti della Polizia di Stato che vi prestano servizio”. Così Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp. “I nostri colleghi – prosegue – sono esposti quotidianamente a rischi di ogni tipo: l’afflusso costante dei migranti crea assembramenti implausibili, nel Centro vi sono cantieri facilmente accessibili nei quali è possibile reperire oggetti contundenti, intorno ai mezzi della Polizia è consentito lo stazionamento degli ospiti del Centro e la struttura riservata ai malati Covid, il cui accesso è bloccato solo da una panchina, è recintata da un semplice nastro. I soggetti positivi al Coronavirus, perciò, possono uscire in qualsiasi momento e confondersi con gli altri migranti, esattamente come è accaduto ieri sera.
È questa l’attenzione riservata dall’esecutivo a chi ogni giorno è al servizio dello Stato?”, conclude.

AGENZIE STAMPA



MIGRANTI: COISP, SITUAZIONE CENTRO LAMPEDUSA VERGOGNOSA. GOVERNO SI DISINTERESSA DI SICUREZZA SANITARIA POLIZIOTTI

(ANSA) – ROMA, 10 NOV – “La situazione nel Centro Accoglienza di Lampedusa e’ vergognosa”. Lo dice il segretario del Coisp Domenico Pianese secondo il quale “il governo si e’ totalmente disinteressato dell’incolumità e della sicurezza sanitaria degli agenti della Polizia che vi prestano servizio”.
“I nostri colleghi – prosegue – sono esposti quotidianamente a rischi di ogni tipo: l’afflusso costante dei migranti crea assembramenti implausibili, nel Centro vi sono cantieri facilmente accessibili nei quali e’ possibile reperire oggetti contundenti, intorno ai mezzi della Polizia e’ consentito lo stazionamento degli ospiti del Centro e la struttura riservata ai malati Covid, il cui accesso e’ bloccato solo da una panchina, e’ recintata da un semplice nastro e i soggetti positivi al Coronavirus possono uscire in qualsiasi momento e confondersi con gli altri migranti”. “E’ questa – conclude – l’attenzione riservata dall’esecutivo a chi ogni giorno e’ al servizio dello Stato?”. (ANSA).



MIGRANTI: PIANESE (COISP), ‘SITUAZIONE LAMPEDUSA VERGOGNOSA, POLIZIOTTI A RISCHIO’ =

Roma, 10 nov. (Adnkronos) – “La situazione nel Centro Accoglienza di Lampedusa è vergognosa: il governo ormai si è totalmente disinteressato dell’incolumità e della sicurezza sanitaria degli agenti della Polizia di Stato che vi prestano servizio”. Lo dichiara in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp.

“I nostri colleghi – prosegue – sono esposti quotidianamente a rischi di ogni tipo: l’afflusso costante dei migranti crea assembramenti implausibili, nel Centro vi sono cantieri facilmente accessibili nei quali è possibile reperire oggetti contundenti, intorno ai mezzi della Polizia è consentito lo stazionamento degli ospiti del Centro e la struttura riservata ai malati Covid, il cui accesso è bloccato solo da una panchina, è recintata da un semplice nastro. I soggetti positivi al Coronavirus, perciò, possono uscire in qualsiasi momento e confondersi con gli altri migranti, esattamente come è accaduto ieri sera.

È questa l’attenzione riservata dall’esecutivo a chi ogni giorno è al servizio dello Stato?”.



MIGRANTI, COISP: SITUAZIONE LAMPEDUSA VERGOGNOSA, POLIZIOTTI A RISCHIO

Milano, 10 nov. (LaPresse) – “La situazione nel Centro accoglienza di Lampedusa è vergognosa: il governo ormai si è totalmente disinteressato dell’incolumità e della sicurezza sanitaria degli agenti della polizia di Stato che vi prestano servizio”. Così Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di polizia Coisp. “I nostri colleghi – prosegue – sono esposti quotidianamente a rischi di ogni tipo: l’afflusso costante dei migranti crea assembramenti implausibili, nel Centro vi sono cantieri facilmente accessibili nei quali è possibile reperire oggetti contundenti, intorno ai mezzi della polizia è consentito lo stazionamento degli ospiti del Centro e la struttura riservata ai malati Covid, il cui accesso è bloccato solo da una panchina, è recintata da un semplice nastro. I soggetti positivi al coronavirus, perciò, possono uscire in qualsiasi momento e confondersi con gli altri migranti, esattamente come è accaduto ieri sera. È questa l’attenzione riservata dall’esecutivo a chi ogni giorno è al servizio dello Stato?”, conclude Pianese. POL NG01 lrs 101525 NOV 20 ******* *MILANO:



Migranti, Pianese (Coisp): situazione Lampedusa vergognosa Il sindacato: poliziotti a rischio

Roma, 10 nov. (askanews) – “La situazione nel Centro Accoglienza di Lampedusa è vergognosa: il governo ormai si è totalmente disinteressato dell’incolumità e della sicurezza sanitaria degli agenti della Polizia di Stato che vi prestano servizio”. Così Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp. “I nostri colleghi – prosegue – sono esposti
quotidianamente a rischi di ogni tipo: l’afflusso costante dei migranti crea assembramenti implausibili, nel Centro vi sono cantieri facilmente accessibili nei quali è possibile reperire
oggetti contundenti, intorno ai mezzi della Polizia è consentito lo stazionamento degli ospiti del Centro e la struttura riservata ai malati Covid, il cui accesso è bloccato solo da una panchina, è recintata da un semplice nastro. I soggetti positivi al Coronavirus, perciò, possono uscire in qualsiasi momento e confondersi con gli altri migranti, esattamente come è accaduto ieri sera. È questa l’attenzione riservata dall’esecutivo a chi ogni giorno è al servizio dello Stato?”, continua.



Migranti: Coisp, situazione Lampedusa vergognosa =

(AGI) – Roma, 10 nov. – “La situazione nel Centro accoglienza di Lampedusa e’ vergognosa: il governo ormai si e’ totalmente disinteressato dell’incolumita’ e della sicurezza sanitaria degli agenti della Polizia di Stato che vi prestano servizio”.
Cosi’ Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di polizia Coisp. “I nostri colleghi – prosegue Pianese – sono esposti quotidianamente a rischi di ogni tipo: l’afflusso
costante dei migranti crea assembramenti implausibili, nel Centro vi sono cantieri facilmente accessibili dove e’ possibile reperire oggetti contundenti, intorno ai mezzi della Polizia e’ consentito lo stazionamento degli ospiti del Centro e la struttura riservata ai malati Covid, il cui accesso e’ bloccato solo da una panchina, e’ recintata da un semplice nastro. I soggetti positivi al coronavirus, percio’, possono uscire in qualsiasi momento e confondersi con gli altri migranti, esattamente come e’ accaduto ieri sera. E’ questa l’attenzione riservata dall’esecutivo a chi ogni giorno e’ al servizio dello Stato?”. (AGI)Vic

 



MIGRANTI: PIANESE (COISP), SITUAZIONE LAMPEDUSA VERGOGNOSA, POLIZIOTTI A RISCHIO

(AGENPARL) – mar 10 novembre 2020 Migranti: Pianese (Coisp), situazione Lampedusa vergognosa, poliziotti a rischio
“La situazione nel Centro Accoglienza di Lampedusa è vergognosa: il governo ormai si è totalmente disinteressato dell’incolumità e della sicurezza sanitaria degli agenti della Polizia di Stato che vi prestano servizio”. Così Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp. “I nostri colleghi – prosegue – sono esposti quotidianamente a rischi di ogni tipo: l’afflusso costante dei migranti crea assembramenti implausibili, nel Centro vi sono cantieri facilmente accessibili nei quali è possibile reperire oggetti contundenti, intorno ai mezzi della Polizia è consentito lo stazionamento degli ospiti del Centro e la struttura riservata ai malati Covid, il cui accesso è bloccato solo da una panchina, è recintata da un semplice nastro. I soggetti positivi al Coronavirus, perciò, possono uscire in qualsiasi momento e confondersi con gli altri migranti, esattamente come è accaduto ieri sera. È questa l’attenzione riservata dall’esecutivo a chi ogni giorno è al servizio dello Stato?”, conclude.

SCARICA LA RASSEGNA IN PDF