Emolumento accessorio una tantum nella misura dell’1,5% dello stipendio. “Quattro soldi” al fine di contrastare gli effetti inflattivi, che il MEF-NoiPA ancora non è in grado di erogare

6024
Small change Euro money coins isolated on white. 2 times 1 euro, 3 3 euro on a pile.

Roma, 18 luglio 2023

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO RELAZIONI SINDACALI DELLA POLIZIA DI STATO

OGGETTO: Emolumento accessorio una tantum nella misura dell’1,5% dello stipendio. “Quattro soldi” al fine di contrastare gli effetti inflattivi, che il MEF-NoiPA ancora non è in grado di erogare.

L’articolo 1, commi 330 e seguenti, della legge 29 dicembre 2022, n. 197 (Legge di Bilancio 2023), ha previsto lo stanziamento di un miliardo di euro per il personale appartenente al Pubblico Impiego al fine contrastare gli effetti inflattivi in attesa che vengano avviate le trattative per i rinnovi dei CCNL relativi al triennio 2022/2024.
Tali risorse erano destinate all’erogazione, nel solo anno 2023, di un emolumento accessorio una tantum, da corrispondere per tredici mensilità, da determinarsi nella misura dell’1,5 % dello stipendio con effetti ai soli fini del trattamento di quiescenza.
Di seguito gli importi mensili per la Polizia di Stato:

Ebbene, una Pubblica Amministrazione efficiente, viste anche le finalità dell’emolumento ovvero di “contrastare gli effetti inflattivi” … ancor più se si considera che l’inflazione galoppa a livello 3-4 volte quel’1,5%, sarebbe riuscita ad erogare detta una tantum (mensile, per il solo anno 2023) al più tardi dallo scorso mese di febbraio o marzo … ma così non è stato.
Si sono quindi rincorse continue voci che vedevano il Dipartimento dell’Amministrazione Generale del personale e dei servizi (DAG) del Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) riuscire, attraverso la piattaforma NoiPA, ad erogare quanto sopra con la mensilità di questo mese di luglio, come anche gli arretrati dal mese di gennaio … ma anche tale previsione è scemata.
È inaccettabile che dopo 7 mesi non si riesca ancora a corrisponderli agli aventi diritto! Codesto Ufficio è quindi pregato di intervenire con solerzia presso i competenti settori del Dipartimento affinché a loro volta sollecitino il MEF ad effettuare quanto prima il pagamento degli arretrati (gennaio-luglio) del ridetto emolumento accessorio una tantum, anche con emissione straordinaria, ed a regime dalla mensilità di agosto … non oltre.
In attesa di cortese urgente riscontro, l’occasione è gradita per inviare i più Cordiali Saluti.

La Segreteria Nazionale del COISP

SCARICA QUESTA NOTA IN PDF