Dl Rave, COISP: Italia non più maglia nera In tema di Sicurezza – Comunicato stampa e Agenzie

611

Dl Rave, COISP: Italia non più maglia nera in tema di Sicurezza

Roma, 28 Dicembre 2022 – “Chi oggi critica il decreto Rave evidentemente ha la memoria corta e poco interesse nei confronti dell’intera collettività: nel corso del rave party di Valentano nell’agosto del 2021 e di altri raduni negli anni precedenti, alcuni ragazzi hanno perso la vita, altri sono finiti in coma etilico e in overdose da stupefacenti”. Lo rimarca in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp. “Dopo tanti anni di illegalità – continua – l’Italia da oggi non sarà più maglia nera in tema di sicurezza ma, al contrario, ha finalmente uniformato la propria normativa a quella di quasi tutti gli altri Paesi dell’Unione europea. Quelle contenute nel nuovo decreto, infatti, sono misure che aspettavamo da anni, anche perché troppo spesso gli agenti di Polizia si sono trovati a dover far fronte a questo tipo di iniziative totalmente illegali senza che vi fosse una normativa chiara a riguardo”, aggiunge. “Come sindacato Coisp, inoltre, siamo estremamente orgogliosi di aver contribuito fornendo alla commissione Giustizia del Senato, su loro richiesta, il nostro parere sul decreto Rave”, conclude Pianese.

AGENZIE STAMPA


DL RAVE: COISP, ‘ITALIA NON PIU’ MAGLIA NERA IN TEMA SICUREZZA’ =

Roma, 28 dic. (Adnkronos) – ”Chi oggi critica il dl Rave evidentemente ha la memoria corta e poco interesse nei confronti dell’intera collettività: nel corso del rave party di Valentano nell’agosto del 2021 e di altri raduni negli anni precedenti, alcuni ragazzi hanno perso la vita, altri sono finiti in coma etilico e in overdose da stupefacenti”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp.
”Dopo tanti anni di illegalità – continua – l’Italia da oggi non sarà più maglia nera in tema di sicurezza ma, al contrario, ha finalmente uniformato la propria normativa a quella di quasi tutti gli altri Paesi dell’Unione Europea. Quelle contenute nel nuovo dl, infatti, sono misure che aspettavamo da anni, anche perché troppo spesso gli agenti di Polizia si sono trovati a dover far fronte a questo tipo di iniziative totalmente illegali senza che vi fosse una normativa chiara a riguardo” ha aggiunto.
”Come sindacato Coisp, inoltre, siamo estremamente orgogliosi di aver contribuito fornendo alla Commissione Giustizia del Senato, su loro richiesta, il nostro parere sul dl rave” ha concluso. (Cro/Adnkronos)


DL RAVE, COISP: ITALIA NON PIÙ MAGLIA NERA IN TEMA SICUREZZA
(9Colonne) Roma, 28 dic – “Chi oggi critica il dl Rave evidentemente ha la memoria corta e poco interesse nei confronti dell’intera collettività: nel corso del rave party di Valentano nell’agosto del 2021 e di altri raduni negli anni precedenti, alcuni ragazzi hanno perso la vita, altri sono finiti in coma etilico e in overdose da stupefacenti” così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp. “Dopo tanti anni di illegalità – continua – l’Italia da oggi non sarà più maglia nera in tema di sicurezza ma, al contrario, ha finalmente uniformato la propria normativa a quella di quasi tutti gli altri Paesi dell’Unione Europea. Quelle contenute nel nuovo dl, infatti, sono misure che aspettavamo da anni, anche perché troppo spesso gli agenti di Polizia si sono trovati a dover far fronte a questo tipo di iniziative totalmente illegali senza che vi fosse una normativa chiara a riguardo” ha aggiunto. “Come sindacato Coisp, inoltre, siamo estremamente orgogliosi di aver contribuito fornendo alla Commissione Giustizia del Senato, su loro richiesta, il nostro parere sul dl rave” ha concluso. (red – deg)


Sicurezza: Coisp, Italia non piu’ maglia grazie a decreto Rave
Roma, 28 dic – (Nova) – “Chi oggi critica il decreto Rave evidentemente ha la memoria corta e poco interesse nei confronti dell’intera collettività: nel corso del rave party di Valentano nell’agosto del 2021 e di altri raduni negli anni precedenti, alcuni ragazzi hanno perso la vita, altri sono finiti in coma etilico e in overdose da stupefacenti”. Lo rimarca in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp. “Dopo tanti anni di illegalità – continua – l’Italia da oggi non sarà più maglia nera in tema di sicurezza ma, al contrario, ha finalmente uniformato la propria normativa a quella di quasi tutti gli altri Paesi dell’Unione europea.
Quelle contenute nel nuovo decreto, infatti, sono misure che aspettavamo da anni, anche perché troppo spesso gli agenti di Polizia si sono trovati a dover far fronte a questo tipo di iniziative totalmente illegali senza che vi fosse una normativa chiara a riguardo”, aggiunge. “Come sindacato Coisp, inoltre, siamo estremamente orgogliosi di aver contribuito fornendo alla commissione Giustizia del Senato, su loro richiesta, il nostro parere sul decreto Rave”, conclude Pianese. (Com)


Dl Rave: Coisp, Italia non più maglia nera in tema sicurezza

Roma, 28 dic. (LaPresse) – “Chi oggi critica il dl Rave evidentemente ha la memoria corta e poco interesse nei confronti dell’intera collettività: nel corso del rave party di Valentano nell’agosto del 2021 e di altri raduni negli anni precedenti, alcuni ragazzi hanno perso la vita, altri sono finiti in coma etilico e in overdose da stupefacenti”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp. (Segue). CRO NG01 alm/lca 282031 DIC 22 *******

Dl Rave: Coisp, Italia non più maglia nera in tema sicurezza-2-
Roma, 28 dic. (LaPresse) – “Dopo tanti anni di illegalità – continua – l’Italia da oggi non sarà più maglia nera in tema di sicurezza ma, al contrario, ha finalmente uniformato la propria normativa a quella di quasi tutti gli altri Paesi dell’Unione Europea. Quelle contenute nel nuovo dl, infatti, sono misure che aspettavamo da anni, anche perché troppo spesso gli agenti di Polizia si sono trovati a dover far fronte a questo tipo di iniziative totalmente illegali senza che vi fosse una normativa chiara a riguardo” ha aggiunto. “Come sindacato Coisp, inoltre, siamo estremamente orgogliosi di aver contribuito fornendo alla Commissione Giustizia del Senato, su loro richiesta, il nostro parere sul dl rave” ha concluso. CRO NG01 alm/lca 282031 DIC 22 ********


“Chi oggi critica il decreto Rave evidentemente ha la memoria corta e poco interesse nei confronti dell’intera collettività: nel corso del rave party di Valentano nell’agosto del 2021 e di altri raduni negli anni precedenti, alcuni ragazzi hanno perso la vita, altri sono finiti in coma etilico e in overdose da stupefacenti”. Lo rimarca in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp. “Dopo tanti anni di illegalità – continua – l’Italia da oggi non sarà più maglia nera in tema di sicurezza ma, al contrario, ha finalmente uniformato la propria normativa a quella di quasi tutti gli altri Paesi dell’Unione europea. Quelle contenute nel nuovo decreto, infatti, sono misure che aspettavamo da anni, anche perché troppo spesso gli agenti di Polizia si sono trovati a dover far fronte a questo tipo di iniziative totalmente illegali senza che vi fosse una normativa chiara a riguardo”, aggiunge. “Come sindacato Coisp, inoltre, siamo estremamente orgogliosi di aver contribuito fornendo alla commissione Giustizia del Senato, su loro richiesta, il nostro parere sul decreto Rave”, conclude Pianese.

SCARICA LA RASSEGNA IN PDF