Disordini di Napoli, le denunce del COISP rilanciate a più riprese dalle Agenzie stampa e dai portali di informazione

119

Corteo Napoli, Pianese (Coisp): politica prenda distanze da criminali Facinorosi mascherati da paladini in momento di forte disagio sociale

Roma, 24 Ottobre 2020 – “Ancora una volta le Forze dell’Ordine sono state vittima della violenza di chi è convinto di poter manifestare il proprio dissenso aggredendo gli agenti”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del Sindacato di Polizia Coisp. “È intollerabile che questi facinorosi, mascherati da paladini della giustizia in un momento di forte disagio sociale, cerchino lo scontro le Forze dell’Ordine per il solo gusto di mettere a ferro e fuoco una città. Auspichiamo perciò che tutta la classe politica, in maniera trasversale, prenda le distanze da quello che sta accadendo in queste ore a Napoli”, conclude.

AGENZIE STAMPA


(ANSA) – “Ancora una volta le Forze dell’Ordine sono state vittima della violenza di chi e’ convinto di poter manifestare il proprio dissenso aggredendo agenti e giornalisti”. Cosi’ in una nota Domenico Pianese, segretario generale del Sindacato di Polizia Coisp.
“E’ intollerabile che questi facinorosi, mascherati da paladini della giustizia in un momento di forte disagio sociale, cerchino lo scontro con le Forze dell’Ordine per il solo gusto di mettere a ferro e fuoco una citta’. Auspichiamo percio’ che tutta la classe politica, in maniera trasversale, prenda le distanze da quello che e’ acceduto a Napoli”, conclude.


(Adnkronos) – ”Ancora una volta le Forze dell’Ordine sono state vittima della violenza di chi è convinto di poter manifestare il proprio dissenso aggredendo gli agenti”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del Sindacato di Polizia Coisp.
”È intollerabile che questi facinorosi, mascherati da paladini della giustizia in un momento di forte disagio sociale, cerchino lo scontro le Forze dell’Ordine per il solo gusto di mettere a ferro e fuoco una città. Auspichiamo perciò che tutta la classe politica, in maniera trasversale, prenda le distanze da quello che sta accadendo in queste ore a Napoli”, conclude.


(AGI) – Ancora una volta le forze dell’ordine sono state vittima della violenza di chi e’
convinto di poter manifestare il proprio dissenso aggredendo gli agenti”. Cosi’ in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp.
“E’ intollerabile che questi facinorosi, mascherati da paladini della giustizia in un momento di forte disagio sociale, cerchino lo scontro le forze dell’ordine per il solo gusto di mettere a ferro e fuoco una citta’. Auspichiamo percio’- aggiunge Pianese – che tutta la classe politica, in maniera trasversale, prenda le distanze da quello che sta accadendo in queste ore a Napoli”.


(askanews) – “Ancora una volta le Forze dell’Ordine sono state vittima della violenza di chi è convinto di poter manifestare il proprio dissenso aggredendo gli agenti”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del Sindacato di Polizia Coisp, dopo le proteste a Napoli.
“È intollerabile che questi facinorosi, mascherati da paladini della giustizia in un momento di forte disagio sociale, cerchino lo scontro le Forze dell’Ordine per il solo gusto di mettere a ferro e fuoco una città. Auspichiamo perciò che tutta la classe politica, in maniera trasversale, prenda le distanze da quello che sta accadendo in queste ore a Napoli”, conclude.


(LaPresse) – “Ancora una volta le Forze dell’Ordine sono state vittima della violenza di chi è convinto di poter manifestare il proprio dissenso aggredendo gli agenti”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del Sindacato di Polizia Coisp.
“È intollerabile che questi facinorosi, mascherati da paladini della giustizia in un momento di forte disagio sociale, cerchino lo scontro le Forze dell’Ordine per il solo gusto di mettere a ferro e fuoco una città. Auspichiamo perciò che tutta la classe politica, in maniera trasversale, prenda le distanze da quello che sta accadendo in queste ore a Napoli”, conclude.


(DIRE) – “Ancora una volta le Forze dell’Ordine sono state vittima della violenza di chi e’ convinto di poter manifestare il proprio dissenso aggredendo gli agenti”. Cosi’ in una nota Domenico Pianese, segretario generale del Sindacato di Polizia Coisp.
“È intollerabile che questi facinorosi, mascherati da paladini della giustizia in un momento di forte disagio sociale, cerchino lo scontro le Forze dell’Ordine per il solo gusto di mettere a ferro e fuoco una citta’. Auspichiamo percio’ che tutta la classe politica, in maniera trasversale, prenda le distanze da quello che sta accadendo in queste ore a Napoli”, conclude.


(AGENPARL) – Corteo Napoli, Pianese (Coisp): politica prenda distanze da criminali
“Ancora una volta le Forze dell’Ordine sono state vittima della violenza di chi è convinto di poter manifestare il proprio dissenso aggredendo gli agenti”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del Sindacato di Polizia Coisp.
“È intollerabile che questi facinorosi, mascherati da paladini della giustizia in un momento di forte disagio sociale, cerchino lo scontro le Forze dell’Ordine per il solo gusto di mettere a ferro e fuoco una città.
Auspichiamo perciò che tutta la classe politica, in maniera trasversale, prenda le distanze da quello che sta accadendo in queste ore a Napoli”, conclude.

SCARICA QUESTA RASSEGNA IN PDF

 

Coronavirus: Pianese (COISP), ‘2 arrestati in guerriglia Napoli gia’ a casa, vergognoso’

Roma, 25 Ottobre 2020 – “È vergognoso che le due persone arrestate durante i gravissimi scontri di Napoli non scontino la pena in carcere, ma che invece sia concesso loro di tornare a casa come nulla fosse mai accaduto”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp.
“Questi due soggetti, peraltro già pregiudicati per altri reati, ora si sono macchiati anche di aggressione alle Forze di Polizia. In assenza di segnali chiari nei confronti di chi aggredisce le Forze dell’Ordine, sarà sempre più difficile riuscire a controllare manifestazioni in cui la criminalità organizzata e le organizzazioni eversive hanno un ruolo sempre più influente, approfittando in maniera strumentale del malessere sociale.” conclude.

AGENZIE STAMPA


(ANSA) – “E’ vergognoso che le due persone arrestate durante i gravissimi scontri di Napoli non scontino la pena in carcere, ma che invece sia concesso loro di tornare a casa come nulla fosse mai accaduto”. Cosi’ in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp.
“Questi due soggetti, peraltro gia’ pregiudicati per altri reati, ora si sono macchiati anche di aggressione alle Forze di Polizia. In assenza di segnali chiari nei confronti di chi aggredisce le Forze dell’Ordine, sara’ sempre piu’ difficile riuscire a controllare manifestazioni in cui la criminalita’ organizzata e le organizzazioni eversive hanno un ruolo sempre piu’ influente, approfittando in maniera strumentale del malessere sociale.” conclude.


(Adnkronos) – ”È vergognoso che le due persone arrestate durante i gravissimi scontri di Napoli non scontino la pena in carcere, ma che invece sia concesso loro di tornare a casa come nulla fosse mai accaduto”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp.
”Questi due soggetti, peraltro già noti per altri reati, ora si sono macchiati anche di aggressione alle Forze di Polizia. In assenza di segnali chiari nei confronti di chi aggredisce le Forze dell’Ordine – continua il sindacalista – sarà sempre più difficile riuscire a controllare manifestazioni in cui la criminalità organizzata e le organizzazioni eversive hanno un ruolo sempre più influente, approfittando in maniera strumentale del malessere sociale”.


(LaPresse) – “È vergognoso che le due persone arrestate durante i gravissimi scontri di Napoli non scontino la pena in carcere, ma che invece sia concesso loro di tornare a casa come nulla fosse mai accaduto”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp.
“Questi due soggetti, peraltro già pregiudicati per altri reati, ora si sono macchiati anche di aggressione alle Forze di Polizia. In assenza di segnali chiari nei confronti di chi aggredisce le Forze dell’Ordine, sarà sempre più difficile riuscire a controllare manifestazioni in cui la criminalità organizzata e le organizzazioni eversive hanno un ruolo sempre più influente, approfittando in maniera strumentale del malessere sociale.” conclude.


(ITALPRESS) – “E’ vergognoso che le due persone arrestate durante i gravissimi scontri di Napoli non scontino la pena in carcere, ma che invece sia concesso loro di tornare a casa come nulla fosse mai accaduto”. Cosi’ in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp.
“Questi due soggetti, peraltro gia’ pregiudicati per altri reati, ora si sono macchiati anche di aggressione alle Forze di Polizia. In assenza di segnali chiari nei confronti di chi aggredisce le Forze dell’Ordine, sara’ sempre piu’ difficile riuscire a controllare manifestazioni in cui la criminalita’ organizzata e le organizzazioni eversive hanno un ruolo sempre piu’ influente, approfittando in maniera strumentale del malessere sociale” conclude.


(AgenPress) – “È vergognoso che le due persone arrestate durante i gravissimi scontri di Napoli non scontino la pena in carcere, ma che invece sia concesso loro di tornare a casa come nulla fosse mai accaduto”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp.
“Questi due soggetti, peraltro già pregiudicati per altri reati, ora si sono macchiati anche di aggressione alle Forze di Polizia. In assenza di segnali chiari nei confronti di chi aggredisce le Forze dell’Ordine, sarà sempre più difficile riuscire a controllare manifestazioni in cui la criminalità organizzata e le organizzazioni eversive hanno un ruolo sempre più influente, approfittando in maniera strumentale del malessere sociale.” – conclude Pianese – .


(AgenPress) – “Dietro le proteste di Napoli ormai è chiaro che vi sia una regia criminale che ha approfittato in maniera strumentale del malessere sociale e delle difficoltà economiche di tanti cittadini partenopei.
Gli uomini della criminalità organizzata, infatti, si sono infiltrati all’interno del corteo e sono scesi in piazza aggredendo Forze dell’Ordine e giornalisti perché, con la chiusura anticipata di bar, locali e ristoranti e con lo stop alla movida notturna, secondo i dati elaborati dal nostro Centro Studi, va ad abbattere di circa il 60% gli introiti provenienti dallo spaccio di stupefacenti”.


(AGENPARL) – “È vergognoso che le due persone arrestate durante i gravissimi scontri di Napoli non scontino la pena in carcere, ma che invece sia concesso loro di tornare a casa come nulla fosse mai accaduto”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp.
“Questi due soggetti, peraltro già pregiudicati per altri reati, ora si sono macchiati anche di aggressione alle Forze di Polizia. In assenza di segnali chiari nei confronti di chi aggredisce le Forze dell’Ordine, sarà sempre più difficile riuscire a controllare manifestazioni in cui la criminalità organizzata e le organizzazioni eversive hanno un ruolo sempre più influente, approfittando in maniera strumentale del malessere sociale.” conclude.

SCARICA LA RASSEGNA IN PDF