Disegno di legge atto Senato n. 2180, chiesta la trattazione con la procedura d’urgenza. Per il COISP la sua approvazione è pregiudiziale del prosieguo delle trattative del Contratto di Lavoro

1619

Roma,19 maggio 2021

OGGETTO: Disegno di legge (Atto Senato n. 2180) recante “Norme di perequazione previdenziale per il personale del comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico”

Al Signor Presidente del Senato della Repubblica
Preg.ma Sen. Maria Elisabetta Alberti Casellati
Al Signor Presidente della 11a Commissione permanente (Lavoro pubblico
e privato, previdenza sociale) del Senato della Repubblica
Preg.ma Sen. Susy Matrisciano
Ai Signori Vicepresidenti della 11a Commissione permanente (Lavoro
pubblico e privato, previdenza sociale) del Senato della Repubblica
Preg.mi Sen. Vincenzo Carbone e Giancarlo Serafini
Ai Signori Segretari della 11a Commissione permanente (Lavoro pubblico
e privato, previdenza sociale) del Senato della Repubblica
Preg.mi Sen. Nadia Pizzol e Sergio Romagnoli
Ai Signori Membri della 11a Commissione permanente (Lavoro pubblico e
privato, previdenza sociale) del Senato della Repubblica
Preg.mi Sen. Valeria Alessandrini, Luisa Angrisani, Umberto Bossi, Gianclaudio
Bressa, Nunzia Catalfo, Antonio De Poli, William De Vecchis, Tiziana
Carmela Rosaria Drago, Valeria Fedeli, Emilio Floris, Barbara Guidolin,
Francesco Laforgia, Mauro Antonio Donato Laus, Gianpietro Maffoni,
Nicola Morra, Iunio Valerio Romano, Massimiliano Romeo

Preg.ma Signora Presidente del Senato della Repubblica e Preg.mi Signora Presidente, Vice Presidenti, Segretari e Membri della 11a Commissione permanente (Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale) del Senato della Repubblica, lo scorso 15 aprile 2021 i Senatori Roberta Pinotti, Daniela Donno, Maurizio Gasparri, Cataldo Mininno, Fabrizio Ortis e Vito Vattuone, ai quali è già andato il nostro più vivo ringraziamento, hanno presentato il disegno di legge (Atto Senato n. 2180) recante “Norme di perequazione previdenziale per il personale del comparto difesa, sicurezza e soccorso pubblico”, che è poi stato annunciato nella seduta n. 317 del 20 aprile 2021.
I contenuti del citato disegno di legge, assegnato alla 11ª Commissione permanente (Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale) in sede redigente il 12 maggio 2021, costituiscono il primo vero ed importantissimo passo verso il riconoscimento di quella specificità delle funzioni del personale del Comparto Sicurezza, Difesa e Soccorso Pubblico che pur essendo stata riconosciuta tanti anni addietro da una legge dello Stato sino ad oggi è rimasta priva di alcuna reale attuazione, nonostante le continue ripetute denunce poste in essere da parte di questa Organizzazione Sindacale, e non solo, in specie per ciò che riguarda un vigente sistema previdenziale che “gratifica” i Poliziotti con una pensione inappropriata dopo decenni al servizio dello Stato, trascorsi rischiando quotidianamente la propria vita.
L’Atto Senato 2180 si prefissa “lo scopo di adattare l’attuale normativa pensionistica alle specificità del personale del comparto difesa e sicurezza (Forze armate, compresa l’Arma dei Carabinieri, Forze di polizia e Corpo dei vigili del fuoco)”, intende “ridefinire i coefficienti di trasformazione applicabili per questo personale all’atto del pensionamento «per vecchiaia», in modo da renderli aderenti agli attuali limiti ordinamentali”, ha l’obiettivo di “determinare l’importo della pensione annua (dei Poliziotti) moltiplicando il montante individuale dei contributi per un coefficiente di trasformazione più favorevole, che coincide con quello previsto per l’età anagrafica utile all’accesso alla pensione di vecchiaia della generalità dei dipendenti pubblici”.
La sua approvazione garantirebbe all’atto del pensionamento «per vecchiaia» dei Poliziotti, Carabinieri, Finanzieri, Militari e Vigili del Fuoco una pensione più decorosa e più appropriata al particolare lavoro svolto.
Si tratta peraltro di un progetto di legge che vede nei suoi firmatari un’ampia trasversalità politica, chiara testimonianza di forte vicinanza nei confronti di tutte le Donne e gli Uomini “in divisa” e della ritenuta necessità da parte dei Preg.mi Senatori che l’hanno proposto che lo stesso trovi favorevole accoglimento in tutto il Parlamento.
Ciò premesso, rivolgiamo alle SS.VV. un appello affinché il ddl 2180 venga posto in esame con procedura d’urgenza e possa tramutarsi in legge dello Stato in tempi brevissimi.
In attesa di cortese riscontro si inviano i più cordiali saluti.

Il Segretario Generale del COISP
Domenico Pianese

SCARICA QUESTA NOTA IN PDF