Corso per operatore addetto al fotosegnalamento digitale – Incomprensibile carenza di una puntuale informazione nei confronti del Sindacato

253

Roma, 29 giugno 2020

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO PER LE RELAZIONI SINDACALI

OGGETTO: Corso per operatore addetto al fotosegnalamento digitale – Incomprensibile carenza di una puntuale informazione nei confronti del Sindacato

Con nota dello scorso 25 giugno, recante prot. 555/RS/01/, codesto Ufficio ha portato a conoscenza questa O.S. di un “corso per operatore addetto al fotosegnalamento digitale” che vedrà i dipendenti dei Gabinetti provinciali e regionali della Polizia Scientifica in qualità di docenti e, come discenti, “i dipendenti delle articolazioni territoriali” che fanno riferimento al “Servizio Polizia Ferroviaria” e al “Servizio Polizia delle Frontiere e degli stranieri”. Detto corso – è infine specificato – “avrà durata settimanale e si concluderà con un esame ed il rilascio di un attestato di idoneità”.
Ebbene, riguardo i “programmi di formazione del personale” e i “criteri applicativi relativi alla formazione e all’aggiornamento professionale”, le rappresentanze sindacali del personale della Polizia di Stato hanno ben precisi diritti che non pare affatto possano ritenersi soddisfatti con le poche righe di comunicazione effettuata da codesto Ufficio.
È opportuno quindi che vengano fornite più dettagliate e precise indicazioni sia con riguardo al numero di personale che verrà sottoposto al percorso formativo in questione per ciascuna delle “articolazioni territoriali” interessate (che pure dovranno essere più compiutamente indicate), sia in merito alle modalità ed ai criteri di individuazione del personale da formare o se tale formazione è su base volontaria, se il citato “corso per operatore addetto al fotosegnalamento digitale” è fatto rientrare tra quelli di “abilitazione” oppure di “qualificazione” o altro ancora, come viene intesa l’assenza dal proprio Ufficio per lo svolgimento del predetto corso, se vi sono limiti di età per prendervi parte, etc. etc..
Insomma, va bene che l’attività formativa è stata “rappresentata nella sua urgenza” (improvvisa fretta che pure potrebbe essere motivata) ma tale circostanza non può certo far venire meno gli obblighi nei confronti del Sindacato.
Si attende cortese urgente riscontro.
Cordiali saluti.

La Segreteria Nazionale del COISP

SCARICA QUESTA NOTA IN PDF