Centomila Poliziotti in attesa degli arretrati. Siamo pronti alla mobilitazione – Il COISP sulle Agenzie

1330

“Vogliamo sapere che fine hanno fatto i soldi che dovevano essere pagati entro lo scorso mese di luglio”.
“Il Governo è tenuto a onorare gli impegni assunti nei confronti degli oltre 100mila poliziotti che servono il Paese, mettendo quotidianamente a rischio la propria vita per salvaguardare quella di ogni cittadino e per tutelare le Istituzioni democratiche.
In caso contrario, siamo pronti alla mobilitazione generale per ottenere quanto ci è dovuto”.

Le dichiarazioni del Segretario Generale del COISP, Domenico Pianese, riprese dalle Agenzie stampa.

Sicurezza, Pianese (Coisp): 100mila Poliziotti in attesa degli arretrati

Roma, 9 Settembre 2022 – “Il Contratto di lavoro per il triennio 2019-2021 del personale non dirigente del Comparto Sicurezza e Difesa, sottoscritto nel dicembre 2021, prevedeva anche la rideterminazione di alcune indennità, l’istituzione di altre, l’aumento del compenso per il lavoro straordinario e la corresponsione, per gli appartenenti alla Polizia di Stato, di un elemento retributivo accessorio una tantum. Vogliamo sapere che fine hanno fatto questi soldi che dovevano essere pagati entro lo scorso mese di luglio e che, invece, non saranno accreditati neanche a settembre”. Così il segretario generale del sindacato di Polizia Coisp Domenico Pianese, che sulla questione ha inviato una lettera alla ministra Lamorgese. “Il Governo è tenuto a onorare gli impegni assunti nei confronti degli oltre 100mila poliziotti che servono il Paese, mettendo quotidianamente a rischio la propria vita per salvaguardare quella di ogni cittadino e per tutelare le Istituzioni democratiche. In caso contrario, siamo pronti alla mobilitazione generale per ottenere quanto ci è dovuto”, conclude.

AGENZIE STAMPA


SICUREZZA: PIANESE (COISP), ‘100MILA POLIZIOTTI IN ATTESA DEGLI ARRETRATI’

‘Governo non onora contratto di lavoro, noi pronti a mobilitazione’
Roma, 9 set. (Adnkronos) – “Il Contratto di lavoro per il triennio 2019-2021 del personale non dirigente del Comparto Sicurezza e Difesa, sottoscritto nel dicembre 2021, prevedeva anche la rideterminazione di alcune indennità, l’istituzione di altre, l’aumento del compenso per il lavoro straordinario e la corresponsione, per gli appartenenti alla Polizia di Stato, di un elemento retributivo accessorio una tantum.
Vogliamo sapere che fine hanno fatto questi soldi che dovevano essere pagati entro lo scorso mese di luglio e che, invece, non saranno accreditati neanche a settembre”. Così il segretario generale del sindacato di Polizia Coisp Domenico Pianese, che sulla questione ha inviato una lettera alla ministra Lamorgese.
“Il Governo è tenuto a onorare gli impegni assunti nei confronti degli oltre 100mila poliziotti che servono il Paese, mettendo quotidianamente a rischio la propria vita per salvaguardare quella di ogni cittadino e per tutelare le Istituzioni democratiche. In caso contrario, siamo pronti alla mobilitazione generale per ottenere quanto ci è dovuto”, conclude. (Sil/Adnkronos)


Sicurezza, Coisp: 100mila poliziotti in attesa degli arretrati Pianese: Governo non onora contratto, pronti a mobilitazione

Roma, 9 set. (askanews) – “Il Contratto di lavoro per il triennio 2019-2021 del personale non dirigente del Comparto Sicurezza e Difesa, sottoscritto nel dicembre 2021, prevedeva anche la rideterminazione di alcune indennità, l’istituzione di altre, l’aumento del compenso per il lavoro straordinario e la corresponsione, per gli appartenenti alla Polizia di Stato, di un elemento retributivo accessorio una tantum.
Vogliamo sapere che fine hanno fatto questi soldi che dovevano essere pagati entro lo scorso mese di luglio e che, invece, non saranno accreditati neanche a settembre”. Così il segretario generale del sindacato di Polizia Coisp Domenico Pianese, che sulla questione ha inviato una lettera alla ministra Lamorgese. “Il Governo è tenuto a onorare gli impegni assunti nei confronti degli oltre 100mila poliziotti che servono il Paese, mettendo quotidianamente a rischio la propria vita per salvaguardare quella di ogni cittadino e per tutelare le Istituzioni democratiche. In caso contrario, siamo pronti alla mobilitazione generale per ottenere quanto ci è dovuto”, spiega ancora Pianese.


Sicurezza: Pianese (Coisp), 100 mila poliziotti in attesa degli arretrati

Roma, 09 set – (Nova) – Il contratto di lavoro per il triennio 2019-2021 del personale non dirigente del comparto Sicurezza e Difesa, sottoscritto nel dicembre 2021, “prevedeva anche la rideterminazione di alcune indennita’, l’istituzione di altre, l’aumento del compenso per il lavoro straordinario e la corresponsione, per gli appartenenti alla Polizia di Stato, di un elemento retributivo accessorio una tantum. Vogliamo sapere che fine hanno fatto questi soldi che dovevano essere pagati entro lo scorso mese di luglio e che, invece, non saranno accreditati neanche a settembre”.
Lo afferma il segretario generale del sindacato di Polizia Coisp Domenico Pianese, che sulla questione ha inviato una lettera alla ministra Lamorgese. “Il governo e’ tenuto a onorare gli impegni assunti nei confronti degli oltre 100 mila poliziotti che servono il Paese, mettendo quotidianamente a rischio la propria vita per salvaguardare quella di ogni cittadino e per tutelare le Istituzioni democratiche. In caso contrario, siamo pronti alla mobilitazione generale per ottenere quanto ci e’ dovuto”, conclude. (Rin)

SCARICA LA RASSEGNA IN PDF