1 maggio, Pianese (Coisp): Pd prenda distanze da no-tav e antagonisti a corteo Torino – Comunicato stampa e Agenzie

358

1 maggio, Pianese (Coisp): Pd prenda distanze da no-tav e antagonisti a corteo Torino

Roma, 1° Maggio 2022 – Ancora una volta i no-Tav e gli antagonisti hanno attaccato le Forze dell’Ordine a Torino, durante il corteo del primo maggio, nel quale si sono infiltrati: questa storia deve finire immediatamente”.
Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp. “Questi antagonisti, in un momento così delicato per il Paese e per la Comunità Internazionale tutta, non trovano altro di meglio da fare che cercare lo scontro con la Polizia al fine di alimentare la tensione e l’odio sociale.
Quello dei no-Tav è un movimento anarco- eversivo che non ha più nulla a che fare con lo scopo per cui è nato e ora deve essere bloccato immediatamente” continua Pianese, secondo cui “la ricerca continua di nuovi strumenti per attaccare la Polizia, con il chiaro intento di uccidere o di ferire gli agenti, non può e non deve essere affrontato con superficialità o disattenzione da parte di governo e magistratura”. “Chiediamo al ministro Lamorgese e all’Autorità Giudiziaria – continua – di intervenire il prima possibile per identificare e condannare i componenti di questa organizzazione eversiva. Gli agenti atti al controllo del sito sono esausti di dover contare i feriti e delusi perché le Istituzioni non sembrano interessate a voler risolvere la questione una volta per tutte.
Per il momento il Partito Democratico, la cui delegazione era presente al corteo, prenda immediatamente le distanze” aggiunge.
“Il nostro sostegno – conclude – con ancor più forza e convinzione oggi che è primo maggio, non può che andare a tutte quelle donne e a quegli uomini in divisa, a lavoro per tutelare la sicurezza dei cittadini”.

AGENZIE STAMPA



1 MAGGIO: PIANESE (COISP), ANCORA UN ATTACCO DI INFILTRATI

(ANSA) – TORINO, 01 MAG – “Ancora una volta i no-Tav e gli antagonisti hanno attaccato le Forze dell’Ordine a Torino, durante il corteo del primo maggio, nel quale si sono infiltrati: questa storia deve finire immediatamente”. Cosi’, in una nota, Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di polizia Coisp. “Questi antagonisti, in un momento cosi’ delicato per il Paese e per la Comunita’ Internazionale tutta, non trovano altro di meglio da fare che cercare lo scontro con la Polizia al fine di alimentare la tensione e l’odio sociale. – prosegue Pianese – Quello dei no-Tav e’ un movimento anarco-eversivo che non ha piu’ nulla a che fare con lo scopo per cui e’ nato e ora deve essere bloccato immediatamente. La ricerca continua di nuovi strumenti per attaccare la Polizia, con il chiaro intento di uccidere o di ferire gli agenti, non puo’ e non deve essere affrontato con superficialita’ o disattenzione da parte di governo e magistratura. Chiediamo al ministro Lamorgese e all’autorita’ Giudiziaria di intervenire il prima possibile per identificare e condannare i componenti di questa organizzazione eversiva. Gli agenti atti al controllo del sito sono esausti di dover contare i feriti e delusi perche’ le Istituzioni non sembrano interessate a voler risolvere la questione una volta per tutte. Per il momento il Partito Democratico, la cui delegazione era presente al corteo, prenda immediatamente le distanze” (ANSA).


Primo maggio: Pianese (Coisp), Pd prenda distanze da no-tav e antagonisti a corteo Torino
Roma, 01 mag – (Nova) – Ancora una volta i no-Tav e gli antagonisti hanno attaccato le forze dell’ordine a Torino, durante il corteo del primo maggio, nel quale si sono infiltrati: questa storia deve finire immediatamente. Lo sottolinea in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp. “Questi antagonisti, in un momento cosi’ delicato per il Paese e per la Comunita’ Internazionale tutta, non trovano altro di meglio da fare che cercare lo scontro con la Polizia al fine di alimentare la tensione e l’odio sociale. Quello dei no-Tav – prosegue – e’ un movimento anarco-eversivo che non ha piu’ nulla a che fare con lo scopo per cui e’ nato e ora deve essere bloccato immediatamente” continua Pianese, secondo cui “la ricerca continua di nuovi strumenti per attaccare la Polizia, con il chiaro intento di uccidere o di ferire gli agenti, non puo’ e non deve essere affrontato con superficialita’ o disattenzione da parte di governo e magistratura”.
“Chiediamo al ministro Lamorgese e all’Autorita’ giudiziaria – continua – di intervenire il prima possibile per identificare e condannare i componenti di questa organizzazione eversiva. Gli agenti atti al controllo del sito sono esausti di dover contare i feriti e delusi perche’ le Istituzioni non sembrano interessate a voler risolvere la questione una volta per tutte. Per il momento il Partito democratico, la cui delegazione era presente al corteo, prenda immediatamente le distanze” aggiunge. “Il nostro sostegno – conclude – con ancor piu’ forza e convinzione oggi che e’ primo maggio, non puo’ che andare a tutte quelle donne e a quegli uomini in divisa, a lavoro per tutelare la sicurezza dei cittadini”. (Rin)


1 maggio: Coisp, Pd prenda distanze da no-tav e antagonisti =

(AGI) – Roma, 1 mag. – “Ancora una volta i no-Tav e gli antagonisti hanno attaccato le Forze dell’Ordine a Torino, durante il corteo del primo maggio, nel quale si sono infiltrati: questa storia deve finire immediatamente”. Cosi’ in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp. “Questi antagonisti, in un momento cosi’ delicato per il Paese e per la Comunita’ Internazionale tutta, non trovano altro di meglio da fare che cercare lo scontro con la Polizia al fine di alimentare la tensione e l’odio sociale. Quello dei no-Tav e’ un movimento anarco- eversivo che non ha piu’ nulla a che fare con lo scopo per cui e’ nato e ora deve essere bloccato immediatamente” continua Pianese, secondo cui “la ricerca continua di nuovi strumenti per attaccare la Polizia, con il chiaro intento di uccidere o di ferire gli agenti, non puo’ e non deve essere affrontato con superficialita’ o disattenzione da parte di governo e magistratura”. “Chiediamo al ministro Lamorgese e all’Autorita’ Giudiziaria – continua – di intervenire il prima possibile per identificare e condannare i componenti di questa organizzazione eversiva. Gli agenti atti al controllo del sito sono esausti di dover contare i feriti e delusi perche’ le Istituzioni non sembrano interessate a voler risolvere la questione una volta per tutte”. “Il Partito Democratico, la cui delegazione era presente al corteo, prenda immediatamente le distanze”, aggiunge. “Il nostro sostegno – conclude – con ancor piu’ forza e convinzione oggi che e’ primo maggio, non puo’ che andare a tutte quelle donne e a quegli uomini in divisa, a lavoro per tutelare la sicurezza dei cittadini”.(AGI)Fab 011754 MAG 22 NNNN ********



1 maggio: Pianese (Coisp), prendere distanze da No Tav e antagonisti a Torino

Milano, 1 mag. (LaPresse) – “Ancora una volta i no Tav e gli antagonisti hanno attaccato le forze dell’ordine a Torino, durante il corteo del primo maggio, nel quale si sono infiltrati: questa storia deve finire immediatamente. Questi antagonisti, in un momento così delicato per il Paese e per la comunità internazionale tutta, non trovano altro di meglio da fare che cercare lo scontro con la Polizia al fine di alimentare la tensione e l’odio sociale. Quello dei no-Tav è un movimento anarco-eversivo che non ha più nulla a che fare con lo scopo per cui è nato e ora deve essere bloccato immediatamente”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp.”La ricerca continua di nuovi strumenti per attaccare la Polizia, con il chiaro intento di uccidere o di ferire gli agenti, non può e non deve essere affrontato con superficialità o disattenzione da parte di governo e magistratura”, prosegue Pianese. “Chiediamo al ministro Lamorgese e all’Autorità Giudiziaria di intervenire il prima possibile per identificare e condannare i componenti di questa organizzazione eversiva”. (Segue).


1 maggio: Pianese (Coisp), prendere distanze da No Tav e antagonisti a Torino 2

Milano, 1 mag. (LaPresse) – “Gli agenti atti al controllo del sito sono esausti di dover contare i feriti e delusi perché le Istituzioni non sembrano interessate a voler risolvere la questione una volta per tutte. Per il momento il Partito Democratico, la cui delegazione era presente al corteo, prenda immediatamente le distanze”, aggiunge. “Il nostro sostegno – conclude – con ancor più forza e convinzione oggi che è primo maggio, non può che andare a tutte quelle donne e a quegli uomini in divisa, a lavoro per tutelare la sicurezza dei cittadini”. CRO NG01 lca/ntl 011817 MAG 22 ********

SCARICA LA RASSEGNA IN PDF