Ufficio per le ricompense della Direzione Centrale per le Risorse Umane, è necessario un urgentissimo incremento di personale

363

Roma, 23 febbraio 2021

AL SIGNOR CAPO DELLA POLIZIA
Direttore Generale della Pubblica Sicurezza
Prefetto Franco Gabrielli

OGGETTO: Ufficio per le ricompense della Direzione Centrale per le Risorse Umane.
È necessario un urgentissimo incremento di personale.

Preg.mo Signor Capo della Polizia,
come noto, le ricompense per meriti straordinari e speciali e per lodevole comportamento, oltre a costituire una doverosa e formale testimonianza di riconoscimento ed apprezzamento da parte dell’Amministrazione nei confronti del personale resosi protagonista di particolari ed eccezionali attività di servizio, sono divenute sempre più determinanti anche ai fini della progressione in carriera per gli appartenenti a TUTTI i ruoli della Polizia di Stato.
Ve ne è testimonianza nell’attuale consistente fase concorsuale e negli scrutini per la promozione al ruolo superiore avviati in ossequio alle disposizioni impartite dal D.Lgs. 95/2017 e successive integrazioni e modifiche, che vieppiù andranno ad incrementarsi nei prossimi anni, ove i titoli di servizio, tra i quali rientrano le suddette ricompense, sono divenuti di assoluta rilevanza nella definizione delle graduatorie di merito e nella dichiarazione dei vincitori dei concorsi nonché negli avanzamenti mediante scrutinio.
Ebbene, va da sé, Signor Capo della Polizia, che la definizione in tempi adeguati delle proposte premiali diventa fondamentale per potersi avvantaggiare dei relativi titoli nei vari concorsi, così come il fatto che tempi oltremodo ed ingiustificatamente dilungati possono diventare gravemente dannosi per la progressione in carriera
del personale.
Ora, se da una parte è indiscutibile quanto encomiabile l’impegno di quei colleghi che prestano servizio presso l’Ufficio per le Ricompense della Direzione Centrale per le Risorse Umane cui è affidata una complessa ed articolata istruttoria amministrativa prima della sottoposizione delle proposte di riconoscimento premiale al vaglio dei competenti Consigli per le ricompense, l’inaccettabile arretrato nella trattazione delle citate proposte testimonia la necessità di incrementare con ogni possibile urgenza il personale del menzionato Ufficio per le Ricompense e di non distoglierlo dalle proprie mansioni.
Preg.mo Signor Capo della Polizia, il COISP ha più volte rappresentato l’urgenza di porre rimedio alla carenza di personale divenuta cronica. Una timida risposta alle nostre richiesta è stata quella di aggregare un esiguo numero di personale che non è riuscito neanche a compensare il decremento che nel corso degli anni è stato registrato a seguito di cessazioni dal servizio e di trasferimenti.
La situazione oggi è però diventata insostenibile. Nella prossima riunione del 24 febbraio il Consiglio per le ricompense per meriti straordinari e speciali si troverà a deliberare in merito a proposte premiali per fatti occorsi nel 2016. Altrettanto seria è la situazione della Commissione per le ricompense per lodevole comportamento che il 26 febbraio p.v. si riunirà per decidere sui premi da conferire al personale per attività svolte nel 2017. Ciò significa che migliaia di colleghi che hanno partecipato ai concorsi interni indetti in questi ultimi anni e a quelli attualmente in svolgimento, non hanno potuto e non possono avvalersi di titoli che hanno meritato di vedersi riconosciuti dall’Amministrazione per il rilevante ed eccezionale impegno dimostrato. Chiaramente ciò si ripeterà nei concorsi e scrutini di prossima emanazione.
Signor Capo della Polizia, è ormai indispensabile un intervento della S.V..
Con sincera e profonda stima,

Il Segretario Generale del COISP
Domenico Pianese

SCARICA QUESTA NOTA IN PDF