Tutor al 184° corso di formazione per Allievi Agenti della Polizia di Stato. COISP, basta raccomandazioni.

573

Prot. 1295/11 S.N.

Roma, 27 novembre 2011

AL SIGNOR CAPO DELLA POLIZIA

Direttore Generale della Pubblica Sicurezza

Prefetto Antonio MANGANELLI

OGGETTO: 184° corso di formazione per Allievi Agenti della Polizia di Stato. Assegnazioni in qualità di tutor presso le Scuole – Basta con le raccomandazioni.

Preg.mo Signor Capo della Polizia,

il 29 dicembre p.v. terminerà il 184° corso di formazione per Allievi Agenti della Polizia di Stato ed in questi giorni gli Allievi, ai fini della loro prima assegnazione, verranno chiamati ad indicare dieci province in ordine di preferenza tra quelle incluse in un elenco predisposto dalla Direzione Centrale per le Risorse Umane.

Tale elenco, trasmesso alle OO.SS. dall’Ufficio per le Relazioni Sindacali del Dipartimento, con nota del 27 novembre u.s. recante prot. N. 557/RS/01/67/5303, evidenzia tuttavia che è stata data la potestà alle Scuole di Alessandria, Brescia, Campobasso, Caserta, Perugia, Trieste e Verona, di scegliere alcuni Allievi da assegnare presso gli Istituti stessi per svolgere le funzioni di “tutor” durante i prossimi corsi di formazione che vi si terranno.

Violando i vigenti criteri sulla mobilità, il Dipartimento della P.S. vorrebbe assegnare presso alcuni Istituti di Istruzione dei poliziotti che hanno appena terminato il corso di formazione per Agente per far loro svolgere le funzioni di “tutor” senza che gli stessi abbiano seguito alcun percorso formativo a tal riguardo e così aumentando, inoltre, i tempi di attesa di tantissimi dipendenti che da anni aspettano di essere assegnati presso quegli Istituti ed in alcuni casi presso le stesse province interessate (ad esempio la città di Perugia ove i tempi di attesa dei colleghi che auspicano di esservi trasferiti sono maggiori ad un decennio).

Nel ricordarLe che la citata volontà testimonia una evidente sconsideratezza da parte del Dipartimento della P.S. che più di qualunque altra Amministrazione dovrebbe garantire il rispetto delle norme piuttosto che seguire una gestione clientelare e nepotistica, La invitiamo ad intervenire con urgenza impedendo l’assegnazione dei citati Agenti in qualità di “tutors” e disponendo la loro destinazione alle varie province seguendo il normale criterio della posizione in graduatoria e non quello della raccomandazione migliore.

In attesa di cortese riscontro, l’occasione è gradita per inviare i più Cordiali Saluti.

Il Segretario Generale del Co.I.S.P.

Franco Maccari

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here