Tagli al Ministero dell’Interno, COISP: colpo durissimo alla sicurezza!

507

 

 

SCARICA IL COMUNICATO

COMUNICATO STAMPA DEL 2 SETTEMBRE 2013

Oggetto: DL IMU, I TAGLI LINEARI AL MINISTERO DELL’INTERNO – UN COLPO DURISSIMO ALLA SICUREZZA DEL PAESE.

“Ancora una volta a pagare il prezzo della crisi saranno i Poliziotti: il Governo Letta ha infatti pensato bene di coprire con tagli al Ministero dell’Interno il fabbisogno finanziario per l’abolizione dell’Imu. Almeno 50 milioni di euro verranno sottratti alla Sicurezza, costringendo ad una pesantissima riduzione di uomini e mezzi”.

 Lo afferma Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia, che spiega: “Il Governo continua a perseguire la politica dei tagli lineari, quella dei ragionieri, anziché quella di chi, eletto dal popolo, dovrebbe avere la sensibilità di valutare i bisogni del Paese, e quindi la capacità di adottare scelte conseguenti.

Invece il bisogno di Sicurezza dei cittadini non viene affatto percepito, mentre migliaia di immigrati si riversano sulle nostre coste, mentre gruppi terroristici si danno alla guerriglia in Val di Susa, mentre la crisi economica e sociale che porta quotidianamente il malcontento nelle piazze, mentre la criminalità organizzata continua ad opprimere i territori con la violenza e la prevaricazione, mentre i cittadini di ogni parte del Paese sono preoccupati per i continui episodi di delinquenza. Di fronte a questo fortissimo disagio un governo bipartisan, risponde diminuendo le risorse, tagliando gli organici e sottoponendo gli Agenti in servizio a carichi di lavoro pesantissimi. Un colpo durissimo alla possibilità di garantire la Sicurezza e la Legalità nel Paese.

In questo contesto, rischia di essere vanificato il pur importante segnale di attenzione inserito dal Governo nel decreto. Infatti il personale appartenente alle Forze di Polizia, residente per ragioni d'ufficio nel luogo dove presta servizio e non nell'immobile di proprietà, nel pagamento dell’Imu potrà usufruire del trattamento fiscale previsto per l'abitazione principale a prescindere dal requisito della residenza e dell'abituale dimora. Una decisione che aspettavamo per sanare una situazione di assurdo disagio e che accogliamo con favore, anche se è evidente che saranno sempre di meno i Poliziotti che potranno beneficiarne”.

Ufficio Stampa Co.I.S.P. Nazionale – Responsabile: Olga Iembo Collaboratori: Antonio Capria

 

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here