Sparatoria Questura Trieste: Pierluigi e Matteo restano senza giustizia. Il COISP su Il Piccolo e le Agenzie stampa

13386

Sparatoria Questura Trieste, Pianese (Coisp): Pierluigi e Matteo restano senza giustizia

Roma, 27 Febbraio 2024 – “La sentenza della Corte di Cassazione di Trieste ci lascia basiti: due ragazzi, giovani servitori dello Stato, resteranno per sempre senza giustizia”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp in riferimento alla sentenza di assoluzione di Meran. “Matteo e Pierluigi sono stati uccisi a sangue freddo mentre svolgevano il proprio lavoro ed è per questo che riteniamo umiliante la decisione della Corte, non solo per questi due ragazzi e per le loro famiglie, ma anche per tutto il corpo della Polizia di Stato. Oltre agli attacchi che stiamo subendo in questi giorni, nonostante ogni operazione sia stata messa in atto nel pieno rispetto delle leggi e delle normative dello Stato, oggi assistiamo inermi a questo ulteriore duro colpo che ci ferisce profondamente” conclude

Agenzie


SPARATORIA QUESTURA: COISP, BASITI DALLA SCELTA DELLA CASSAZIONE

(ANSA) – ROMA, 27 FEB – “La sentenza della Corte di Cassazione ci lascia basiti: due ragazzi, giovani servitori dello Stato, resteranno per sempre senza giustizia”. Così Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp in riferimento al respingimento del ricorso contro la sentenza di assoluzione di Stefan Meran Alejandro Augusto, che il 4 ottobre 2019 uccise gli agenti Matteo Demenego e Pierluigi Rotta in questura a Trieste.
“Matteo e Pierluigi – ricorda Pianese – sono stati uccisi a sangue freddo mentre svolgevano il proprio lavoro ed è per questo che riteniamo umiliante la decisione della Corte, non solo per questi due ragazzi e per le loro famiglie, ma anche per tutto il corpo della Polizia di Stato. Oltre agli attacchi che stiamo subendo in questi giorni, nonostante ogni operazione sia stata messa in atto nel pieno rispetto delle leggi e delle normative dello Stato, oggi assistiamo inermi a questo ulteriore duro colpo che ci ferisce profondamente”. (ANSA).


TRIESTE: PIANESE (COISP), ‘CASSAZIONE LASCIA DUE RAGAZZI SENZA GIUSTIZIA’

Roma, 27 feb. (Adnkronos) – ”La sentenza della Corte di Cassazione di Trieste ci lascia basiti: due ragazzi, giovani servitori dello Stato, resteranno per sempre senza giustizia”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp in riferimento alla sentenza di assoluzione di Meran. ”Matteo e Pierluigi sono stati uccisi a sangue freddo mentre svolgevano il proprio lavoro ed è per questo che riteniamo umiliante la decisione della Corte, non solo per questi due ragazzi e per le loro famiglie, ma anche per tutto il corpo della Polizia di Stato. Oltre agli attacchi che stiamo subendo in questi giorni, nonostante ogni operazione sia stata messa in atto nel pieno rispetto delle leggi e delle normative dello Stato, oggi assistiamo inermi a questo ulteriore duro colpo che ci ferisce profondamente” conclude. (Sib/Adnkronos)


Sparatoria Trieste: Coisp, due ragazzi senza giustizia

Roma, 27 feb – (Nova) -“La sentenza della Corte di Cassazione di Trieste ci lascia basiti: due ragazzi, giovani servitori dello Stato, resteranno per sempre senza giustizia”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp in riferimento alla sentenza di assoluzione di Meran. ”Matteo e Pierluigi sono stati uccisi a sangue freddo mentre svolgevano il proprio lavoro ed è per questo che riteniamo umiliante la decisione della Corte, non solo per questi due ragazzi e per le loro famiglie, ma anche per tutto il corpo della Polizia di Stato. Oltre agli attacchi che stiamo subendo in questi giorni, nonostante ogni operazione sia stata messa in atto nel pieno rispetto delle leggi e delle normative dello Stato, oggi assistiamo inermi a questo ulteriore duro colpo che ci ferisce profondamente” conclude.(Tas) NNNN

SCARICA LA RASSEGNA COMPLETA IN PDF