Taser, il COISP su tutte le maggiori testate giornalistiche italiane a tutela dei Poliziotti

1918

Le maggiori testate giornalistiche italiane hanno ripreso le dichiarazioni del COISP in merito alla definitiva introduzione del Taser tra le dotazioni delle Forze dell’ordine.
I limiti troppo stringenti che regoleranno l’utilizzo di questo dispositivo rischiano di trasformarlo in un boomerang per gli agenti che ne facessero uso

LEGGI LA RASSEGNA STAMPA

 

Le uscite del 17 Gennaio

Sicurezza: Pianese (Coisp), per taser troppi limiti, meglio non venga dato

Roma, 17 Gennaio 2020
“I limiti troppo stringenti per l’uso del taser rischiano di trasformare questa novità in un boomerang per gli agenti delle Forze dell’Ordine. Visto il Regolamento che disciplina l’impiego dell’arma, allora meglio che non venga data”. Così Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp, commenta l’approvazione in via preliminare da parte del Consiglio dei Ministri del Regolamento per l’uso del taser. “Le linee guida – prosegue – prevedono, tra le altre cose, l’obbligo di considerare la ‘visibile condizione di vulnerabilità’ e, soprattutto, i rischi ‘associati con la caduta della persona’ colpita dalla scossa elettrica. Si tratta, evidentemente, di valutazioni complesse, difficili, se non impossibili, da compiere nelle situazioni di particolare rischio e concitazione che richiedono l’uso di un’arma. In questi casi, infatti, tutto avviene in un arco temporale brevissimo. Il rischio, perciò, è che i poliziotti vengano esposti a richieste di indennizzo da parte dei soggetti colpiti dagli impulsi elettrici per eventuali lesioni riportate nella caduta e non ‘valutate’. È inaccettabile”, conclude.

Agenzie

Sicurezza: De Corato su taser, Polizia locale Milano non potra’ usarli,
giuste proteste del Coisp

Milano, 17 gen – (Nova) – L’assessore regionale alla sicurezza Riccardo De Corato commenta in una nota la notizia dell’approvazione dell’impiego dei taser in Consiglio dei ministri: “Il Cdm finalmente approvera’ il regolamento per l’impiego del taser per Polizia, Carabinieri e Guardia di finanza. Una buona notizia che pero’ non riguardera’ gli agenti di Polizia locale di Milano. Gia’ lo scorso 31 maggio, infatti, la maggioranza di centrosinistra del Comune di Milano si era detta contraria all’uso delle pistole a impulsi elettrici, approvando un ordine del giorno in cui venivano descritte come ‘dispositivi particolarmente pericolosi, specie nei confronti dei soggetti piu’ vulnerabili, e lesivi dei diritti fondamentali della persona il cui utilizzo distrarrebbe la Polizia locale dai compiti che le sono propri e senza l’assolvimento dei quali la vivibilita’ della citta’ risulterebbe fortemente compromessa’. Figuriamoci se i taser potranno essere impiegati ora che in Giunta c’e’ Paolo Limonta, che di quell’ordine del giorno fu promotore con il suo movimento ‘Milano Progressista’. Per cui, grazie a Sala & Co, i nostri ghisa dovranno ancora rischiare la loro incolumita’ affrontando corpo a corpo i delinquenti, per l’ottusita’ della sinistra”. “Dopo la votazione di oggi – conclude l’assessore De Corato – il regolamento andra’ al Consiglio di Stato per poi ritornare al Consiglio dei ministri. Mi auguro che nel secondo passaggio vengano accolte le richieste del sindacato di Polizia Coisp, che giustamente ritiene troppo stringenti i limiti all’uso del taser previsti dal regolamento. Come si puo’ pretendere la valutazione di ‘visibile condizione di vulnerabilita” e dei rischi ‘associati con la caduta della persona’ da agenti che operano in situazioni di pericolo e di concitazione?”. (com) NNNN