Sì definitivo alla libertà di associazione sindacale per i militari

627

Dopo quattro anni dalla pronuncia della Corte costituzionale con la sentenza n. 120 del 2018, che aveva dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 1475, comma 2, del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66 (Codice dell’ordinamento militare), in quanto non prevedeva la possibilità per i militari di costituire associazioni professionali a carattere sindacale, nella seduta di mercoledì 20 aprile 2022 la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva la proposta di legge (A.C. 875-B) recante: “Norme sull’esercizio della libertà sindacale del personale delle Forze armate e delle Forze di polizia a ordinamento militare, nonché delega al Governo per il coordinamento normativo”.
Finalmente anche per i nostri Colleghi Carabinieri, Finanzieri, Penitenziari, dell’Esercito, della Marina e dell’Aereonautica sono state poste le basi (le norme approvate possono essere considerate un punto di partenza e abbisognano chiaramente di correttivi che di certo si avranno nel tempo) per potersi avvantaggiare di una tutela reale che solamente un Sindacato riesce a offrire.
Il COISP si congratula con tutti i Colleghi militari che si sono battuti arduamente per raggiungere tale importante traguardo ed invita tutti gli appartenenti alle Forze armate e alle Forze di polizia a ordinamento militare ad aderire ai Sindacati militari già costituiti e a quelli che si formeranno nonché a partecipare fattivamente alle loro attività di rappresentanza.
La costituzione nella Polizia di Stato del Sindacato (purché serio e Indipendente come lo è il COISP) è stata una conquista di civiltà che ha reso più funzionale anche la nostra stessa Amministrazione. Adesso finalmente è data l’opportunità anche ai nostri Colleghi militari di organizzarsi in Sindacati capaci di divenire parte integrante della vita democratica del nostro Paese.

Roma, 22 aprile 2022

La Segreteria Nazionale del COISP

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF