Schema decreto Capo Polizia modalità di svolgimento corsi concorsi interni ruolo iniziale degli Ispettori. Esito riunione

13820

Si è svolto, il 30 novembre, presso il Dipartimento della P.S., l’esame congiunto richiesto da questa Federazione COISP MOSAP sullo schema di decreto recante le modalità di svolgimento dei concorsi e dei corsi di formazione per l’accesso alla qualifica iniziale del ruolo degli Ispettori della Polizia di Stato mediante concorsi interni.

L’incontro, presieduto dal Dirigente Generale Maurizio Ianniccari e dal Dirigente Generale Franco Famiglietti, ha anche visto la partecipazione, per la parte pubblica, del direttore del Servizio Scuole e Corsi dell’Ispettorato delle Scuole della Polizia di Stato, Dott.ssa Olimpia Del Maffeo, e del Direttore del Servizio Concorsi della DAGEP, Dott. Pietro Tortora.

In apertura della riunione l’Amministrazione ha nuovamente illustrato i contenuti dello schema di decreto in esame.
Questa Federazione COISP MOSAP, nel proprio intervento, ha puntualizzato quanto già esplicitato nelle proprie osservazioni allo schema di decreto esplicitate con nota dello scorso 21 agosto.

Abbiamo pertanto ribadito di condividere la volontà di adottare un nuovo decreto dipartimentale nel quale compendiare tutte le norme relative all’accesso e alla formazione del personale che aspira a conseguire la qualifica di Vice Ispettore, anziché provvedere ancora una volta con interventi correttivi e integrativi del decreto del Capo della Polizia del 20 settembre 2017 in quanto ciò consentirà di confrontarsi con un nuovo unico decreto piuttosto che proseguire a tener conto di quello al momento vigente, e nondimeno delle innumerevoli modifiche ad esso effettuate con ulteriori decreti del 18 settembre 2018, 5 marzo 2019, 26 marzo 2019, 26 febbraio 2020 e 17 aprile 2020.

Quindi, con riguardo ai contenuti dello schema di tale nuovo decreto del Capo della Polizia, questa Federazione COISP MOSAP ha sottolineato di apprezzarli in linea di massima ma che sono certamente necessarie modifiche e integrazioni.

In particolare, per il concorso interno per titoli riservato al personale del ruolo dei Sovrintendenti è stato chiesto di prevedere un punteggio a favore di quei colleghi che hanno avuto accesso al ruolo a seguito di promozione per merito straordinario nei cui riguardi l’Amministrazione non è riuscita a realizzare una retrodatazione giuridica che si era impegnata ad attuare e che verosimilmente avrebbe loro già consentito l’accesso al ruolo degli Ispettori.

Vista inoltre la complessità del sistema matricolare, ma soprattutto il fatto che ogni ente matricolare decide autonomamente quali titoli posseduti dal personale debbano essere trascritti a matricola, ignorando la circolare n. 333-A/9806.D.1 del 18 novembre 2008, la Federazione COISP MOSAP ha inoltre chiesto di passare dalla valutazione dei titoli trascritti a matricola alla valutazione dei titoli realmente posseduti prescindendo da citata iscrizione.
All’esito della riunione e valutate le esigenze prospettate dalle parti sono state apportate alcune modifiche allo schema di decreto finalizzate a circostanziare gli incarichi e servizi valutabili nonché i punteggi per i corsi di specializzazione e di qualificazione effettuati e superati con esame o valutazione finale, ed anche a rivedere taluni punteggi dei titoli di cultura.

Alla sotto-categoria dei titoli di servizio concernenti le ricompense al valor militare, al valor civile, al merito civile, per merito straordinario e speciali, per lodevole comportamento, etc., è stata poi inserita, come chiesto da questa Federazione COISP MOSAP, la promozione per merito straordinario a vice sovrintendente, cui è stato attribuito uno specifico punteggio pari a 3,5 punti.

La nostra reiterata richiesta di non inserire nella citata sotto-categoria (limitata ad un punteggio complessivo massimo di 4 punti) il predetto titolo della promozione per merito straordinario a vice sovrintendente ha purtroppo trovato ferma opposizione da parte di altri sindacati e dell’Amministrazione e pertanto non si è riusciti a dare il giusto riconoscimento a più di 1000 Colleghi che avrebbero meritato di veder riconosciute le proprie legittime aspettative e nei cui riguardi – lo ripetiamo – l’Amministrazione non è stata in grado di realizzare quella retrodatazione giuridica che si era impegnata ad attuare e che verosimilmente avrebbe loro già consentito l’accesso al ruolo degli Ispettori.

Sono state poi effettuate alcune modifiche migliorative alle norme relative ai corsi di formazione.

È rimasta infine la condizione che i titoli posseduti dovranno essere validati dall’ente matricolare ma a tal riguardo la parte pubblica ha assicurato interventi finalizzati a garantire pieno e univoco rispetto della circolare n. 333-A/9806.D.1 del 18 novembre 2008.

Roma, 1 dicembre 2023

La Segreteria Nazionale della Federazione COISP MOSAP

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF