Rinnovo contratto, promesse non mantenute dal Governo – Agenzie stampa

1505

Rinnovo contratto Polizia, COISP: ‘Promesse non mantenute da Governo’

ROMA, 11 LUG – “Le promesse del governo sul rinnovo del contratto per le Forze dell’Ordine sono state disattese. Non possiamo chiudere gli occhi davanti alla superficialità con cui alcuni esponenti politici stanno trattando la questione” dichiara in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp. “È inaccettabile che, mentre la trattativa è ancora in corso, alcuni rappresentanti delle istituzioni vantino risultati non ancora raggiunti, ignorando il ruolo cruciale delle organizzazioni sindacali. Questo comportamento dimostra una grave mancanza di esperienza e di rispetto per il processo negoziale” continua Pianese, secondo cui “i modesti aumenti previsti nel rinnovo del contratto, un misero 4.60%, non sono sufficienti. Le Forze di Polizia meritano molto di più, specialmente considerando che le indennità operative sono ferme da 22 anni. Chiediamo un aumento netto di almeno 100 euro per il ruolo di base, oltre a un impegno concreto per la rivalutazione delle indennità accessorie e del lavoro straordinario. È ora che il governo smetta di disperdere le poche risorse disponibili in mille rivoli e si concentri su interventi sostanziali. Le donne e gli uomini della Polizia di Stato meritano un riconoscimento reale, soprattutto per i servizi notturni, i più sacrificanti. Le promesse non ci bastano più, ora servono azioni concrete”, conclude Pianese.

Agenzie


COISP, PROMESSE NON MANTENUTE SU RINNOVO CONTRATTO POLIZIA

SINDACATO, GOVERNO SMETTA DI DISPERDERE RISORSE IN MILLE RIVOLI
(ANSA) – ROMA, 10 LUG – “È ora che il governo smetta di disperdere le poche risorse disponibili in mille rivoli e si concentri su interventi sostanziali. Le donne e gli uomini della Polizia meritano un riconoscimento reale, soprattutto per i servizi notturni, i più sacrificanti. Le promesse non ci bastano più, ora servono azioni concrete”. Lo afferma il segretario del Coisp Domenico Pianese sostenendo che il governo “ha disatteso le promesse sul rinnovo del contratto delle forze dell’ordine”. Non possiamo chiudere gli occhi davanti alla superficialità con cui alcuni esponenti politici stanno trattando la questione – prosegue Pianese – È inaccettabile che, mentre la trattativa è ancora in corso, alcuni rappresentanti delle istituzioni vantino risultati non ancora raggiunti, ignorando il ruolo cruciale delle organizzazioni sindacali. Questo comportamento dimostra una grave mancanza di esperienza e di rispetto per il processo negoziale”. Secondo il sindacato, i “modesti aumenti previsti nel rinnovo del contratto, un misero 4.60%, non sono sufficienti”. “Chiediamo – conclude il Coisp – un aumento netto di almeno cento euro per il ruolo di base, oltre a un impegno concreto per la rivalutazione delle indennità accessorie e del lavoro straordinario”. (ANSA).


POLIZIA: COISP, ‘PROMESSE NON MANTENUTE DA GOVERNO SU RINNOVO CONTRATTO’ =

Roma , 10 lug. – (Adnkronos) – ”Le promesse del governo sul rinnovo del contratto per le Forze dell’Ordine sono state disattese. Non possiamo chiudere gli occhi davanti alla superficialità con cui alcuni esponenti politici stanno trattando la questione”. E’ quanto dichiara in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp. ”È inaccettabile che, mentre la trattativa è ancora in corso, alcuni rappresentanti delle istituzioni vantino risultati non ancora raggiunti, ignorando il ruolo cruciale delle organizzazioni sindacali. Questo comportamento dimostra una grave mancanza di esperienza e di rispetto per il processo negoziale” continua Pianese, secondo il quale ”i modesti aumenti previsti nel rinnovo del contratto, un misero 4.60%, non sono sufficienti. Le Forze di Polizia meritano molto di più, specialmente considerando che le indennità operative sono ferme da 22 anni. Chiediamo un aumento netto di almeno 100 euro per il ruolo di base, oltre a un impegno concreto per la rivalutazione delle indennità accessorie e del lavoro straordinario”. ”E’ ora che il governo smetta di disperdere le poche risorse disponibili in mille rivoli e si concentri su interventi sostanziali. Le donne e gli uomini della Polizia di Stato meritano un riconoscimento reale, soprattutto per i servizi notturni, i più sacrificanti. Le promesse non ci bastano più, ora servono azioni concrete”, conclude Pianese. (Red-Cro/Adnkronos)


RINNOVO CONTRATTO POLIZIA, COISP: PROMESSE NON MANTENUTE DA GOVERNO

(9Colonne) Roma, 10 lug – “Le promesse del governo sul rinnovo del contratto per le Forze dell’Ordine sono state disattese. Non possiamo chiudere gli occhi davanti alla superficialità con cui alcuni esponenti politici stanno trattando la questione” dichiara in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp. “È inaccettabile che, mentre la trattativa è ancora in corso, alcuni rappresentanti delle istituzioni vantino risultati non ancora raggiunti, ignorando il ruolo cruciale delle organizzazioni sindacali. Questo comportamento dimostra una grave mancanza di esperienza e di rispetto per il processo negoziale” continua Pianese, secondo cui “i modesti aumenti previsti nel rinnovo del contratto, un misero 4.60%, non sono sufficienti. Le Forze di Polizia meritano molto di più, specialmente considerando che le indennità operative sono ferme da 22 anni. Chiediamo un aumento netto di almeno 100 euro per il ruolo di base, oltre a un impegno concreto per la rivalutazione delle indennità accessorie e del lavoro straordinario. È ora che il governo smetta di disperdere le poche risorse disponibili in mille rivoli e si concentri su interventi sostanziali. Le donne e gli uomini della Polizia di Stato meritano un riconoscimento reale, soprattutto per i servizi notturni, i più sacrificanti. Le promesse non ci bastano più, ora servono azioni concrete”, conclude Pianese. (fre)


Sicurezza: Pianese (Coisp), promesse non mantenute su rinnovo contratto

Roma, 10 lug. (LaPresse) – “Le promesse del governo sul rinnovo del contratto per le Forze dell’Ordine sono state disattese. Non possiamo chiudere gli occhi davanti alla superficialità con cui alcuni esponenti politici stanno trattando la questione”, dichiara in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp. “È inaccettabile che, mentre la trattativa è ancora in corso, alcuni rappresentanti delle istituzioni vantino risultati non ancora raggiunti, ignorando il ruolo cruciale delle organizzazioni sindacali. Questo comportamento dimostra una grave mancanza di esperienza e di rispetto per il processo negoziale – continua Pianese – i modesti aumenti previsti nel rinnovo del contratto, un misero 4.60%, non sono sufficienti. Le Forze di Polizia meritano molto di più, specialmente considerando che le indennità operative sono ferme da 22 anni. Chiediamo un aumento netto di almeno 100 euro per il ruolo di base, oltre a un impegno concreto per la rivalutazione delle indennità accessorie e del lavoro straordinario. È ora che il governo smetta di disperdere le poche risorse disponibili in mille rivoli e si concentri su interventi sostanziali. Le donne e gli uomini della Polizia di Stato meritano un riconoscimento reale, soprattutto per i servizi notturni, i più sacrificanti. Le promesse non ci bastano più, ora servono azioni concrete”, conclude Pianese.


Polizia: Coisp, promesse non mantenute da governo su contratto =

(AGI) – Roma, 10 lug. – “Le promesse del governo sul rinnovo del contratto per le forze dell’ordine sono state disattese. Non possiamo chiudere gli occhi davanti alla superficialita’ con cui alcuni esponenti politici stanno trattando la questione”. Lo afferma Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di polizia Coisp. “E’ inaccettabile che, mentre la trattativa e’ ancora in corso, alcuni rappresentanti delle istituzioni vantino risultati non ancora raggiunti, ignorando il ruolo cruciale delle organizzazioni sindacali. Questo comportamento dimostra una grave mancanza di esperienza e di rispetto per il processo negoziale” continua Pianese, secondo cui “i modesti aumenti previsti nel rinnovo del contratto, un misero 4.60%, non sono sufficienti. Le forze di polizia meritano molto di piu’, specialmente considerando che le indennita’ operative sono ferme da 22 anni. Chiediamo un aumento netto di almeno 100 euro per il ruolo di base, oltre a un impegno concreto per la rivalutazione delle indennita’ accessorie e del lavoro straordinario. E’ ora che il governo smetta di disperdere le poche risorse disponibili in mille rivoli e si concentri su interventi sostanziali. Le donne e gli uomini della Polizia di Stato meritano un riconoscimento reale, soprattutto per i servizi notturni, i piu’ sacrificanti. Le promesse non ci bastano piu’, ora servono azioni concrete”, conclude Pianese. (AGI)Red/Bas

SCARICA LA RASSEGNA IN PDF