Necessario uno scorrimento dei concorsi al fine di salvaguardare la funzionalità della Polizia di Stato

3560

Roma, 3 dicembre 2020

AL SIGNOR CAPO DELLA POLIZIA
Direttore Generale della Pubblica Sicurezza
Prefetto Franco Gabrielli

OGGETTO: Necessario uno scorrimento dei concorsi al fine di salvaguardare la funzionalità della Polizia di Stato.

Preg.mo Signor Capo della Polizia,
lo scorso 14 maggio, nell’ambito di un incontro con la S.V., coadiuvata, tra gli altri, dal Direttore Centrale per le Risorse Umane, è stato esplicitato, a questa O.S. ed alle altre presenti, un quadro della situazione concorsuale in atto e rappresentati i concorsi che sarebbero stati emanati nel periodo giugno/ottobre di quest’anno, tra cui quelli interni per Vice Ispettore e per Vice Sovrintendente e Vice Sovrintendente Tecnico, nonché quello pubblico per Vice Ispettore e Vice Ispettore Tecnico.
In quella sede, come anche in altri incontri con il Dipartimento (sia precedenti che successivi), il COISP ha evidenziato l’opportunità di effettuare uno scorrimento dei concorsi interni conclusi e in svolgimento relativamente ai citati ruoli e del concorso per Vice Commissario, sia per rimediare alle innumerevoli vertenze provocate da evidenti errori nella validazione dei titoli del personale, quanto per ridare slancio all’organico dei predetti ruoli che, specialmente quello degli Ispettori, risulta fortemente deficitario di oltre 10.000 unità, quasi la metà dell’organico complessivo, con la certezza di ulteriore forte depauperamento negli anni immediatamente a venire a causa della massiccia quantità di cessazioni per collocamento a riposo per limiti di età che si registrerà e di cui si ha già contezza (circa 3-4 mila solo da qui ai prossimi due anni).
Analoga richiesta di scorrimento è stata fatta con riguardo ai concorsi pubblici per Agente della Polizia di Stato al fine d’immettere in ruolo chi ha già completato l’iter selettivo di precedenti concorsi e ripianare un organico del ruolo Agenti ed Assistenti anch’esso largamente inadeguato.
Ebbene, la seconda ondata della pandemia da coronavirus, risultata peraltro ancor più decisa della prima, ha di fatto bloccato l’emanazione dei concorsi prospettati nel citato incontro del 14 maggio e la difficoltà di dare corso agli stessi nel breve-medio periodo, specie quelli le cui prove e la formazione si devono necessariamente svolgere in presenza, minaccia la funzionalità complessiva dell’organizzazione della Polizia di Stato.
Ciò obbliga, Preg.mo Signor Capo della Polizia, a prendere in ancor maggiore considerazione le accennate richieste di questa O.S.. Non si tratta, difatti, solamente di garantire nella maniera maggiore possibile l’ampliamento delle opportunità di progressione in carriera del personale valorizzandone la professionalità, che già da sé sola dovrebbe essere sufficiente a prendere in seria considerazione le nostre richieste di scorrimento delle varie graduatorie, ma si tratta di dare quella boccata d’ossigeno che l’intero apparato della Polizia di Stato richiede e di garantire la sua piena funzionalità negli anni immediatamente a venire.
La preghiamo pertanto, Preg.mo Signor Capo della Polizia, di valutare favorevolmente la necessità di dar corso ad un urgente scorrimento delle graduatorie dei concorsi in argomento, se del caso anche sollecitando una urgente previsione normativa che lo determini.
Con sincera e profonda stima,

Il Segretario Generale del COISP
Domenico Pianese

SCARICA QUESTA NOTA IN PDF