Napoli: arresto ostacolato dalla folla, il parere del Coisp

379

Napoli: arresto ostacolato dalla folla, il parere del Coisp. I poliziotti partenopei, quale immagine dello Stato, sono sempre più bersaglio e, quanto avvenuto oggi nelle strade di Napoli, ne è fattivo esempio negativo che, sovente, rende davvero irto il lavoro delle Forze dell’Ordine le quali, nell’esercizio della propria attività professionale al servizio della sicurezza e del cittadino, si vedono mettere i bastoni fra le ruote da una parte della cittadinanza poco avvezza al rispetto delle norme.

 “Quanto occorso oggi – afferma Giulio Catuogno, Segretario  Generale Provinciale del Sindacato indipendente di Polizia – non fa altro che porre ancora una volta il poliziotto dinanzi alla difficile decisione se operare o meno nel rispetto di quanto la propria uniforme gli impone”. Il Segretario Generale Provinciale del Co.I.S.P., prosegue, dichiarando:”Ciò che siamo stati costretti a vivere oggi ci porta ancora una volta a credere che vi sia l’annientamento della coscienza civile, quella coscienza civile che dovrebbe essere prima materia d’insegnamento nelle scuole di ogni tipologia.

Una coscienza che aiuterebbe almeno ad operare certi che la cittadinanza, pur non fornendoti aiuto materiale, almeno non ti ostacoli nell’attività di Polizia.” “Sarebbe opportuno iniziare un’opera di insegnamento proficua e capillare – continua il Segretario Generale Provinciale Catuogno – che porti al risveglio della coscienza sociale e civica, che venga in aiuto delle Forze dell’Ordine, non intralciandone l’operato”.

“Quanto avvenuto oggi non solo ha dato un’immagine della città non certo realistica, – conclude  Catuogno – ma ha fatto comprendere agli operatori che, oltre al Governo che da anni ci pugnala  alle spalle effettuando continui tagli al Comparto Sicurezza, bisogna combattere anche con la  popolazione che “spalleggia” chi vive di non sani principi morali ed etici.”

http://it.paperblog.com/napoli-arresto-ostacolato-dalla-folla-il-parere-del-coisp-1621583/

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here