Il COISP in audizione presso la Commissione Affari Costituzionali sul DL Cutro: bene il sostanziale cambio di passo sulla gestione dei flussi migratori – Agenzie stampa

537


MIGRANTI: COISP, IL DECRETO È UN SOSTANZIALE CAMBIO DI PASSO

‘BENE IL SUPERAMENTO DELLA PROTEZIONE SPECIALE’
(ANSA) – ROMA, 21 MAR – “L’architettura normativa del decreto Cutro segna un sostanziale cambio di passo nella gestione dei flussi irregolari e della prima accoglienza. Apprezziamo, in particolare, gli articoli 6, 7 e 8 del provvedimento, che vanno incontro a esigenze fondamentali. Pensiamo ad esempio alla possibilità di intervenire tempestivamente, con un commissariamento prefettizio, nella governance dei centri per migranti in caso di gravi inadempienze. E, ancora, al superamento dell’istituto della protezione speciale, che aveva sancito un forte allargamento, di fatto, delle maglie dell’accoglienza”. Così il segretario generale del sindacato di polizia Coisp, Domenico Pianese, nel corso dell’audizione in commissione Affari costituzionali al Senato sul decreto Cutro.
“Non possiamo, dunque – ha spiegato – che essere favorevoli all’inasprimento delle pene per chi, con un’attività criminosa, alimenta il traffico di esseri umani. Il governo, con il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi, ha finalmente offerto risposte concrete alle criticità che abbiamo più volte segnalato. La mancata gestione dei flussi migratori ha comportato, infatti, rischi elevati per la sicurezza e l’ordine pubblico sui territori direttamente interessati e un carico di lavoro troppo spesso insopportabile per le forze dell’ordine”.
“Ciò che vogliamo sottolineare – ha concluso Pianese – è la necessità di immediate assunzioni straordinarie, soprattutto per ripianare i vuoti di organico nella polizia di Stato e in tutte le altre forze di polizia proprio perché la gestione del fenomeno migratorio impiega ogni giorno migliaia di operatori che vengono sottratti al controllo del territorio”. (ANSA).


MIGRANTI: PIANESE (COISP), ‘DL CUTRO SEGNA SOSTANZIALE CAMBIO DI PASSO’

Roma, 21 mar. (Adnkronos) – ”L’architettura normativa del decreto Cutro segna un sostanziale cambio di passo nella gestione dei flussi irregolari e della prima accoglienza. Apprezziamo, in particolare, gli articoli 6, 7 e 8 del provvedimento, che vanno incontro a esigenze fondamentali. Pensiamo ad esempio alla possibilità di intervenire tempestivamente, con un commissariamento prefettizio, nella governance dei centri per migranti in caso di gravi inadempienze. E, ancora, al superamento dell’istituto della protezione speciale, che aveva sancito un forte allargamento, di fatto, delle maglie dell’accoglienza”. Così il segretario generale del sindacato di Polizia Coisp, Domenico
Pianese, nel corso dell’audizione in Commissione Affari Costituzionali al Senato sul decreto Cutro.
“Non possiamo, dunque, che essere favorevoli all’inasprimento delle pene per chi, con un’attività criminosa, alimenta il traffico di esseri umani. Il governo, con il ministro dell’interno Matteo Piantedosi, ha finalmente offerto risposte concrete alle criticità che abbiamo più volte segnalato. La mancata gestione dei flussi migratori ha comportato, infatti, rischi elevati per la sicurezza e l’ordine pubblico sui territori direttamente interessati e un carico di lavoro
troppo spesso insopportabile per le Forze dell’Ordine”, ha continuato.
”Ciò che vogliamo sottolineare – ha concluso Pianese – è la necessità di immediate assunzioni straordinarie, soprattutto per ripianare i vuoti di organico nella Polizia di Stato e in tutte le altre Forze di Polizia proprio perché la gestione del fenomeno migratorio impiega ogni giorno migliaia di operatori che vengono sottratti al controllo del territorio”.
(Cro/Adnkronos)


Migranti: Pianese (Coisp), decreto Cutro segna sostanziale cambio di passo

Roma, 21 mar – (Nova) – L’architettura normativa del decreto Cutro “segna un sostanziale cambio di passo nella gestione dei flussi irregolari e della prima accoglienza”. Lo dichiara in una nota il segretario generale del sindacato di Polizia Coisp, Domenico Pianese, nel corso dell’audizione in Commissione Affari Costituzionali al Senato sul decreto Cutro. “Apprezziamo, in particolare, gli articoli 6, 7 e 8 del provvedimento, che vanno incontro a esigenze fondamentali. Pensiamo ad esempio alla possibilita’ di intervenire tempestivamente, con un commissariamento prefettizio, nella governance dei centri per migranti in caso di gravi inadempienze. E, ancora, al superamento dell’istituto della protezione speciale, che aveva sancito un forte allargamento, di fatto, delle maglie dell’accoglienza”, sottolinea Pianese, che aggiunge: “Non possiamo, dunque, che essere favorevoli all’inasprimento delle pene per chi, con un’attivita’ criminosa, alimenta il traffico di esseri umani. Il governo, con il ministro dell’interno Matteo Piantedosi, ha finalmente offerto risposte concrete alle criticita’ che abbiamo piu’ volte segnalato. La mancata gestione dei flussi migratori ha comportato, infatti, rischi elevati per la sicurezza e l’ordine pubblico sui territori direttamente interessati e un carico di lavoro troppo spesso insopportabile per le Forze dell’ordine”. “Cio’ che vogliamo sottolineare – ha concluso Pianese – e’ la necessita’ di immediate assunzioni straordinarie, soprattutto per ripianare i vuoti di organico nella Polizia di Stato e in tutte le altre Forze di Polizia proprio perche’ la gestione del fenomeno migratorio impiega ogni giorno migliaia di operatori che vengono sottratti al controllo del territorio”. (Rin)


DL CUTRO, PIANESE (COISP): SEGNA SOSTANZIALE CAMBIO DI PASSO

(9Colonne) Roma, 21 mar – “L’architettura normativa del decreto Cutro segna un sostanziale cambio di passo nella gestione dei flussi irregolari e della prima accoglienza. Apprezziamo, in particolare, gli articoli 6, 7 e 8 del provvedimento, che vanno incontro a esigenze fondamentali. Pensiamo ad esempio alla possibilità di intervenire tempestivamente, con un commissariamento prefettizio, nella governance dei centri per migranti in caso di gravi inadempienze. E, ancora, al superamento dell’istituto della protezione speciale, che aveva sancito un forte allargamento, di fatto, delle maglie dell’accoglienza”. Così il segretario generale del sindacato di Polizia Coisp, Domenico Pianese, nel corso dell’audizione in Commissione Affari Costituzionali al Senato sul decreto Cutro. “Non possiamo, dunque, che essere favorevoli all’inasprimento delle pene per chi, con un’attività criminosa, alimenta il traffico di esseri umani. Il governo, con il ministro dell’interno Matteo Piantedosi, ha finalmente offerto risposte concrete alle criticità che abbiamo più volte segnalato. La mancata gestione dei flussi migratori ha comportato, infatti, rischi elevati per la sicurezza e l’ordine pubblico sui territori direttamente interessati e un carico di lavoro troppo spesso insopportabile per le Forze dell’Ordine”, ha continuato. “Ciò che vogliamo sottolineare – ha concluso Pianese – è la necessità di immediate assunzioni straordinarie, soprattutto per ripianare i vuoti di organico nella Polizia di Stato e in tutte le altre Forze di Polizia proprio perché la gestione del fenomeno migratorio impiega ogni giorno migliaia di operatori che vengono sottratti al controllo del territorio”. (red – peg)

SCARICA LA RASSEGNA IN PDF