Il COISP condivide l’allarme lanciato dalla FerViCreDo.

491

 

 

SCARICA IL COMUNICATO

COMUNICATO STAMPA DEL 4 SETTEMBRE 2013

Oggetto: Il Coisp condivide l'allarme lanciato dalla Fer.Vi. Cr.eDo. – Associazione Feriti e Vittime della criminalità e del Dovere. Maccari: "Giù le mani da chi ha sacrificato la vita e l'integrità fisica per lo Stato!"

Dopo le amare sorprese dei tagli alla Sicurezza ed alla lotta all'evasione fiscale, questo taglio dell'IMU mieterà ulteriori vittime proprio tra chi ha già pagato un prezzo altissimo a difesa dello Stato, dichiara il Segretario Generale del Coisp Franco Maccari.

Lo Stato recupera milioni di Euro sotterrando per l'ennesima volta la propria dignità, disconoscendo il proprio dovere di tutelare in primis chi lotta e non esita a mettere in gioco la propria stessa vita per garantire l'ordine e la sicurezza dei cittadini italiani.

Le dichiarazioni fatte dal Sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta a Radio 24, anticipano, ci auguriamo in modo avventato, l'intenzione del Governo di mettere mano alle agevolazioni fiscali a favore di chi è sopravvissuto ad un agguato di mafia, un attentato, un raid terroristico, ecc..

Già lo scorso anno, ricorda Maccari, il Coisp era intervenuto per scongiurare questa mannaia fatta di ottusa burocrazia, che si sarebbe abbattuta proprio sulle Vittime del Dovere, della criminalità, della mafia e del terrorismo. Solo un atteggiamento bipartisan dei partiti, i cui responsabili sono stati sollecitati proprio dal Coisp, ha permesso di scongiurare quella nefandezza, incalza Maccari.

Facciamo nostre le parole del Presidente della Fer.Vi. Cr.eDo. Mirko Schio: Ipotizzare una soluzione, che va nel senso di colpire gli emolumenti che non hanno natura né reddituale né assistenziale, ma bensì risarcitoria, prima di questo deprecabile episodio, manca di precedenti nella storia del nostro Paese e rappresenta una grave offesa alla memoria di chi ha servito l’Italia".

E' un beneficio essere rimasti invalidi, essere sopravvissuti alle stragi, agli attentati, alla guerra? Sono questi gli sprechi che si vogliono evitare?

Attendiamo, conclude Maccari, con fiducia che quanto ventilato dal Sottosegretario Baretta, sia smentito nei fatti e che venga garantita la salvaguardia di quelle categorie di cittadini verso la quale il Paese ha un debito di riconoscenza che deve continuare ad essere onorato.

Ufficio Stampa Co.I.S.P. Nazionale – Responsabile: Olga Iembo. Collaboratori: Antonio Capria, Piero Affatigato

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here