Decreto del Presidente della Repubblica 21 aprile 2023 n. 66, consigli per le ricompense per meriti straordinari e per lodevole comportamento. Lettera al Ministro dell’Interno e al Capo della Polizia

2992
Premi e ricompense
Premi e ricompense

Roma, 3 luglio 2023

AL SIGNOR MINISTRO DELL’INTERNO
Prefetto Matteo PIANTEDOSI
AL SIGNOR CAPO DELLA POLIZIA
Prefetto Vittorio PISANI

OGGETTO: Decreto del Presidente della Repubblica 21 aprile 2023, n. 66.
Consigli per le ricompense per meriti straordinari e speciali e per lodevole comportamento.

Preg.mo Signor Ministro,
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana nr. 133 del 9 giugno 2023 è stato pubblicato il decreto del Presidente della Repubblica 21 aprile 2023, n. 66, che modifica il regolamento di servizio dell’Amministrazione della pubblica sicurezza, di cui al d.P.R. 782/1985, introducendo fondamentali novità riguardi le situazioni di disagio del personale della Polizia di Stato.
Per il notevole impegno della S.V. affinché si concretizzasse quanto sopra, La ringraziamo sentitamente.
Il citato d.P.R. 21 aprile 2023, n. 66, ha però innovato anche altro….
Al nostro regolamento di servizio sono state difatti pure modificate le norme relative al Consiglio per le ricompense per meriti straordinari e speciali (art. 74) e al Consiglio per le ricompense per lodevole comportamento (art. 75).
È adesso garantita alle OO.SS. rappresentative una partecipazione attiva alle riunioni concernenti i riconoscimenti premiali (promozione per merito straordinario, encomio solenne, encomio, lode).
L’Amministrazione non potrà più decidere unilateralmente quali proposte premiali accogliere e quali respingere, proseguendo con quella sovente irragionevolezza che più volte è stata da noi spesso dimostrata e contestata. Al Sindacato è adesso garantito di poter analizzare ampiamente ogni proposta premiale ed il suo voto potrà essere anche vincolante.
Anche qui, Preg.mo Signor Ministro, si è registrato un forte impegno da parte Sua, che ha ben compreso e condiviso quel bisogno di trasparenza richiesto da tutti i Poliziotti e fermamente sostenuto dal COISP.
Non tutto però pare andare per il verso giusto.
Il nuovo art. 75 del d.P.R. 782/1985 è difatti concluso con la puntualizzazione che le nuove disposizioni “si applicano ai procedimenti relativi al conferimento di ricompense avviati successivamente alla data di entrata in vigore del presente decreto”. Quindi, considerato che ad oggi il Consiglio per le ricompense per lodevole comportamento sta valutando proposte premiali del 2020, la fattiva partecipazione delle OO.SS. avrà inizio almeno fra 3 anni.
Stessa indicazione non si rileva comunque nel nuovo articolo 74 concernente il Consiglio per le ricompense per meriti straordinari e speciali … ma a rimettere in campo il tentativo anacronistico di continuare a marginalizzare la partecipazione delle OO.SS. anche a questa importante procedura per l’attribuzione delle promozioni per merito straordinario e degli encomi solenni, ci ha pensato l’Ufficio
I – Legislazione, atti normativi e affari parlamentari dell’Ufficio per l’Amministrazione Generale del Dipartimento della P.S., il quale, con circolare dello scorso 20 giugno 2022, ha inteso decidere che la suddetta previsione indicata a conclusione del nuovo art. 75 estenda i suoi effetti anche all’art. 74.
Gent.mi Signor Ministro e Signor Capo della Polizia, è evidente che tanto il nostro impegno mquanto il Vostro, finalizzati a restituire la giusta trasparenza alle predette procedure per l’attribuzione dei riconoscimenti premiali al personale della Polizia di Stato, abbiano trovato e trovino un incomprensibile e irragionevole tentativo di proseguire con la procedura adottata sinora.
Con l’auspicio che si riesca a porre rimedio alle distonie evidenziate, si coglie l’occasione per rinnovare i più profondi sentimenti di stima.

Il Segretario Generale del COISP
Domenico Pianese

SCARICA QUESTA NOTA IN PDF