COVID: Pianese (COISP), ‘Insulti Gemitaiz a Polizia? Espressioni tollerate a seconda obiettivo’ – Adnkronos

502


*COVID: PIANESE (COISP), ‘INSULTI GEMITAIZ A POLIZIA? ESPRESSIONI TOLLERATE A SECONDA OBIETTIVO’* =

Roma, 5 mag. (Adnkronos) – “Il linguaggio scioccante di questo  personaggio che si atteggia a rapper è l’emblema di come, oggi, l’invito alla violenza sia letto in modo diverso a seconda di chi ne è l’obiettivo. Le espressioni discriminatorie, infatti, vengono  tollerate, quando non addirittura giustificate, se dirette a un politico o a un appartenente alle Forze di Polizia, mentre viene giudicato inaccettabile, con tanto di levate di scudi, se indirizzato  ad altri soggetti”. E’ il commento all’Adnkronos di Domenico Pianese,  segretario generale del Coisp sugli insulti rivolti dal rapper ai poliziotti accusati di non essere intervenuti per scongiurare il  raduno dei tifosi dell’Inter.
“Persone del genere, che avvelenano quotidianamente il contesto sociale, non possono e non devono trovare eco sui social media, attraverso i quali vengono influenzati i giovani in senso totalmente diseducativo. Ecco perché questi sedicenti artisti dovrebbero essere  bloccati sia sul web e sia dall’autorità giudiziaria – incalza il sindacalista – che non può consentire un linguaggio d’odio, inneggiante in alcuni casi addirittura all’assassinio dell’avversario politico o di chi indossa un’uniforme che rappresenta lo Stato”. (Sil/Adnkronos)

SCARICA L’AGENZIA IN PDF