Concorso interno, per titoli di servizio ed esame, a 1400 posti da vice ispettore. Qual è la situazione dei contenziosi e perché proseguire a negare i diritti dei vincitori?

4878

Roma, 17 gennaio 2022

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO RELAZIONI SINDACALI DELLA POLIZIA DI STATO

OGGETTO: Concorso interno, per titoli di servizio ed esame, a 1400 posti per l’accesso al corso di formazione per la nomina alla qualifica di vice ispettore del ruolo degli ispettori della Polizia di Stato, indetto con Decreto del Capo della Polizia – Direttore Generale della P.S. del 24.09.2013. Qual è la situazione dei contenziosi e perché proseguire a negare i diritti dei vincitori?

Il concorso in oggetto indicato è stato caratterizzato da molteplici problematiche, in particolar modo per quel che riguarda i risultati della prova scritta.
Non pochi colleghi si sono trovati costretti a rivolgersi al Giudice amministrativo dal quale hanno ottenuto una sentenza favorevole che ha obbligato l’Amministrazione a provvedere ad una nuova correzione dell’elaborato prodotto in sede di prova scritta, il cui esito positivo ha poi portato allo svolgimento della prova orale … anche questa superata.
A tal punto, siamo ai primi mesi del 2022, detto personale si aspettava di vedere l’Amministrazione decretare una rettifica della graduatoria di merito e dichiarazione dei vincitori in loro favore, ma è stata necessaria la presentazione di una istanza in tal senso per avere notizie su cosa si stava facendo per dare attuazione ai loro diritti riconosciuti.
Scrive difatti la Direzione centrale per gli affari generali e le politiche del personale (si esemplifica con la nota recante prot. 0042139 del 23.12.2021) che “il concorso in argomento è oggetto di numerosi contenziosi tutt’ora in atto, e che alla definizione degli stessi quest’Ufficio provvederà alla rideterminazione della graduatoria di merito del concorso”.
Ora, poiché appare davvero inammissibile che alcuni nostri colleghi debbano attendere sine die per vedersi riconosciuti i loro diritti e la qualifica che si sono meritati, al fine di poter porre in essere giuste azioni a loro tutela, si prega di voler comunicare quanto segue:
1) il numero dei “contenziosi tutt’ora in atto” e lo stato di ciascuno di loro;
2) il numero di colleghi che si trovano nella situazione sopra descritta (all’esito di decisioni del Giudice amministrativo è stata effettuata una nuova correzione dell’elaborato prodotto in sede di prova scritta e successivo svolgimento della prova orale, con esiti favorevoli) e che dovrebbero attendere “la definizione dei numerosi contenziosi tutt’ora in atto” affinché la DAGEP provveda “alla rideterminazione della graduatoria di merito del concorso”.
Si prega inoltre di voler riferire le motivazioni per le quali i colleghi di cui al punto 2) dovrebbero attendere l’esito dei citati “contenziosi”, alla luce anche del fatto che il concorso in argomento ha avuto un ampliamento dei posti fino a ricomprendere tutti gli idonei non vincitori.
In attesa di cortese urgente riscontro, l’occasione è gradita per inviare i più Cordiali Saluti.

La Segreteria Nazionale del COISP

SCARICA QUESTA NOTA IN PDF