COISP, DAL NUOVO GOVERNO ASPETTIAMO FINALMENTE TUTTO QUELLO CHE CI E’ STATO FINORA NEGATO

490

COMUNICATO STAMPA DEL 27 APRILE 2013

Oggetto: L’Italia ha un nuovo Governo e adesso ci aspettiamo finalmente tutto quanto ci è stato finora negato. Alfano sarà certamente un Ministro forte che non abbasserà mai la testa. Con la Cancellieri, appuntamento al Ministero della Giustizia il 7 maggio.

“L’Italia ha un nuovo Governo e noi non possiamo che esprimere i migliori auguri perché tutto funzioni al meglio, garantendo ai cittadini tutte le attività necessarie ad un pieno svolgimento della vita del Paese verso un sana ripresa ed a noi una presenza salda e autorevole che assicuri a tutti gli Appartenenti alla Polizia di Stato di tornare a svolgere i propri compiti nella consapevolezza che si stia provvedendo a tutto quanto è possibile per rendere il loro lavoro più efficiente, sano, sicuro e rispettato possibile. In questo senso, appena ieri, avevamo auspicato una personalità forte alla guida del Viminale, che potesse far valere il proprio peso nell’Esecutivo senza dover mai abbassare la testa, ed oggi speriamo vivamente che Angelino Alfano saprà incarnare tutto ciò, anche e soprattutto alla luce dell’altro suo ruolo di Vice Premier. I nostri auspici sono i migliori nei confronti dell’intero Governo, ma ci sia consentita una partecipazione più accorata verso colui che certamente saprà affrontare immediatamente, senza indugi e senza tentennamenti, tutte le problematiche che ci affliggono e che già ben conosce approfonditamente. Parimenti, le nostre congratulazioni vanno anche ad Annamaria Cancellieri che passa alla guida del Ministero della Giustizia e che, proprio per questo e senza aver ipotizzato che sarebbe stata proprio Lei, incontreremo a breve”.

E’ questo il commento a caldo di Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp, Sindacato Indipendente di Polizia, a poche ore dall’annuncio della composizione della futura squadra diGoverno che affiancherà Enrico Letta.

“Ed infatti – conclude Maccari – come annunciato con la nostra lettera ufficiale di ieri, proprio davanti al Ministero della Giustizia, oltre che davanti al Csm, manifesteremo con un sit-in il giorno 7 maggio per lamentare la disparità di trattamento subita dai colleghi condannati per colpa e mandati in carcere per scontare sei mesi di pena. Non mancheremo poi di continuare ad evidenziare l’incredibile difformità delle pronunce di diversi Tribunali della libertà, alla luce del fatto che quelli di Padova e Milano hanno immediatamente scarcerato due dei quattro poliziotti in applicazione dello svuota-carceri, a fronte del diniego di concedere i domiciliari opposto dalTribunale di Bologna ad altri due di loro. Un fatto che alimenta un legittimo sospetto che ci pare lecito esplicitare, perché ne pagano le conseguenze persone che, in realtà, scontano solo la colpa di vestire la divisa che li rende il bersaglio dell’astio, del desiderio di vendetta e del rancore di troppi”.

Ufficio Stampa Co.I.S.P. Nazionale – Responsabile: Olga Iembo Collaboratori: Antonio Capria, Piero Affatigato

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here