COISP Calabria, Sicurezza e vicinanza a Polizia non siano usati in campagna elettorale a scopo propagandistico (AGI)

607

(AGI) – Catanzaro, 14 gen. – «Siamo nuovamente in campagna elettorale e non vorremmo che la sicurezza e la vicinanza alle forze di polizia possa essere usata dalle forze politiche in campo, com'è stato nel recente passato, come uno strumento propagandistico per lanciare sterili slogan volti esclusivamente alla ricerca del voto. Oggi, riteniamo che debba terminare questo becero modo di fare politica sulle spalle della nostra professione, non accettiamo più pugnalate alle spalle dai 'politicanti di professionè». Lo afferma all’AGI Giuseppe Brugnano, segretario regionale del Coisp Calabria, sindacato indipendente di polizia, il quale ha lanciato un appello a tutti i candidati di Camera e Senato nella regione. «Ci appelliamo a tutti quanti i candidati, delle coalizioni di centrodestra, di centro e di centrosinistra – ha detto Brugnano – ai quali chiediamo di dire chiaramente, evitando il 'politichese' camuffato, cosa prevedono i loro programmi elettorali in temi di legalità e sicurezza in una regione di frontiera come la Calabria, quali battaglie sono intenzionati a portare avanti per garantire maggiori strumenti, mezzi e risorse per gli operatori della polizia di Stato e di tutte le altre forze dell’ordine che ogni giorno sono super impegnate, a scapito anche dell’immenso sacrificio personale, per garantire una lotta spietata ad un antistato sempre più agguerrito e dilagante». Secondo Brugnano, «i 'papabilì deputati e senatori ci dicano a voce alta se la loro agenda politica preveda tra le priorità un fattivo interessamento per le Questure, i commissariati e tutti gli Uffici di Polizia presenti in Calabria, solo dopo potremmo parlare di altro esprimendo giudizi anche positivi nei confronti di uno o di un altro partito o movimento. Il Coisp della Calabria, forte della sua indipendenza ed autonomia dalle ingerenze del sindacalismo esterno alla Polizia di Stato ed attento alle dinamiche del mondo politico – sottolinea il Coisp Calabria – intende dialogare con tutti i candidati calabresi in partiti o in movimenti che oggi scendono in campo per governare l’Italia, ma vogliamo farlo a patto che i candidati ci forniscano dati di fatto, che dimostrino di conoscere le nostre difficoltà operative, che riconoscano che la sicurezza dei territori rappresenti il vero volano di sviluppo per la Calabria. Vogliamo che i candidati conoscano le difficoltà enormi di donne e uomini si trovano ad operare in commissariati di Polizia, come quello di Siderno o di Lamezia Terme, e che poi, una volta eletti, possano farle proprie in Parlamento. Oggi non è più possibile assistere a proclami che non hanno senso se non quello di riempire la bocca a 'tuttologì che alla fine non si interessano mai di nulla. Noi del Coisp – conclude Giuseppe Brugnano – siamo pronti ad ogni tipo di confronto e di suggerimento indipendentemente dal colore politico, ma è normale che verso di chi ci ha pugnalato alle spalle negli ultimi anni, promettendo l’inverosimile per poi essere smentito da ciò che hanno fatto immediatamente dopo il voto, nutriamo fortissimi dubbi di concretezza». (AGI) Cz1/Adv 141120 GEN 13 

RISPONDI

Please enter your comment!
Please enter your name here