Riorganizzazione Dipartimento della P.S. – Esito incontro su Comparto Scuole e Ispettorato

860

In data odierna si è svolto, presso il Dipartimento della P. S., il previsto incontro in merito al progetto di riorganizzazione del Dipartimento della Pubblica Sicurezza, relativamente alla
dotazione organica e all’organigramma del Comparto Scuole e dell’istituendo Ispettorato delle Scuole della Polizia di Stato.
La riunione è stata presieduta dal Prefetto Luigi Savina e dal Direttore Centrale per gli Istituti d’Istruzione, dott.ssa Maria Luisa Pellizzari.
In apertura della riunione è stato illustrato il progetto di ridefinizione degli organigrammi sia dell’Ispettorato delle Scuole sia degli Istituti e delle Scuole dislocati sull’intero territorio nazionale.
È stato prospettato un incremento complessivo del personale attualmente impiegato
soprattutto alla luce della previsione di un ampliamento delle competenze dell’Ispettorato delle Scuole e dell’incremento della ricettività e delle attività corsuali relative alla formazione primaria per nuove assunzioni e alle accresciute procedure concorsuali interne, che riguarderà, anche per i prossimi anni, l’intero complesso degli Istituti d’Istruzione della Polizia di Stato.
In particolare, è stata prevista l’introduzione della nuova figura degli ispettori tutor, i quali
dovranno fungere da raccordo tra i corsisti e il quadro permanente della scuola, con una previsione di un rapporto tra un ispettore tutor ogni 90 frequentatori. La Federazione COISP ha chiesto che venisse ridotto il numero dei corsisti da seguire per ogni tutor, con un rapporto di 1 a 60, al fine di garantire un servizio più attento e costante ai frequentatori e di consentire a queste nuove figure di fornire il proprio apporto al miglioramento dell’organizzazione e della didattica.
La Federazione COISP ha, inoltre, proposto che venisse assegnato agli Istituti con maggiore
ricettività (I.P.I di Nettuno, S.A.A. di Alessandria ecc.) un Direttore Tecnico Ingegnere per la gestione in loco dell’accasermamento e del casermaggio, considerato che la gestione delle infrastrutture, allo stato attuale, è demandata agli Uffici Tecnico Logistici Provinciali, i quali, in taluni casi, sono ubicati a decine di chilometri di distanza e sono già oberati da grossi carichi di lavoro.
È stato, inoltre, prospettata, per la medesima esigenza, la necessità che si provveda ad un
incremento delle piante organiche per il personale dell’Amministrazione Civile dell’Interno
appartenente alle aree I e II, impiegabile in attività concernenti la manutenzione degli immobili.
La Federazione COISP ha evidenziato infine, la necessità di ridare piena funzionalità ed
efficienza alla Scuola Allievi Agenti di Caserta che rappresenta per valore storico e tradizione della Polizia di Stato un presidio formativo di primaria rilevanza.
Il Prefetto Savina, al termine dell’incontro, ha concordato con la necessità di incrementare il numero degli ispettori tutor di futura assegnazione ed assicurato che le questioni sollevate saranno rappresentate al vertice del Dipartimento.

Roma, 8 gennaio 2020

La Segreteria Nazionale del COISP

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF