Roma, il COISP presente alla cerimonia di scopertura delle Pietre di inciampo in memoria dei colleghi uccisi dai nazifascisti

302

Stamane, presso la Questura di Roma, una delegazione del COISP composta dal Segretario Generale Domenico Pianese, dal Segretario Generale Aggiunto Mario Vattone e dal Segretario Provinciale del COISP di Roma Michele Sprovara, ha partecipato alla cerimonia di scopertura delle Pietre d’inciampo in memoria del Vice Brigadiere Pietro Ermelindo Lungaro e delle Guardie di P.S. Emilio Scaglia e Giovanni Lupis, uccisi dai nazifascisti nel 1944.

L’iniziativa si inserisce nel progetto “Senza memoria non c’è futuro”, con la quale la Polizia di Stato si è impegnata a recuperare la memoria di tutti quei Poliziotti che, in un momento storico di estrema difficoltà, facendo la scelta giusta, si opposero al nazifascismo e soccorsero gli ebrei per l’onore dell’Italia e la difesa dei valori di civiltà che ne costituiscono il retaggio storico e l’autentica vocazione.

Alla toccante cerimonia, che si è svolta davanti la storica sede di via di San Vitale, erano presenti i familiari delle vittime, il Ministro dell’Interno Matteo Piantedosi insieme con il Capo della polizia Vittorio Pisani, il sindaco Roberto Gualtieri, il prefetto Lamberto Giannini e il questore Carmine Belfiore.

Il COISP non dimentica.