Rinnovo del Contratto, apprezziamo gli sforzi della Parte pubblica, ma siamo ancora distanti dall’obiettivo dei 100 euro netti per il Ruolo base

1242

E’ una giornata di luci e ombre quella di oggi, in cui si è svolto il quinto incontro per il rinnovo del Contratto nazionale di lavoro.
Da un lato, infatti, accogliamo con enorme soddisfazione la notizia di poche ore fa, relativa all’approvazione, da parte delle Commissioni parlamentari Affari Costituzionali e Giustizia, di un emendamento sulla tutela legale, che aumenta in modo sostanziale e concreto le tutele delle Donne e degli Uomini della Polizia di Stato.

D’altro canto, al di là dei toni trionfalistici ed inopportuni di alcuni esponenti politici, che hanno dato già per chiusa la contrattazione,
dobbiamo evidenziare come i segnali che stiamo ricevendo dalla Parte pubblica sono apprezzabili ma non ancora sufficienti.

Occorre drenare ulteriori risorse, anche attraverso un ulteriore bilanciamento tra il parametro e l’indennità pensionabile, per raggiungere l’obiettivo minimo che ci siamo prefissati,
ovvero i 100 euro netti per il Ruolo base.

Per quanto concerne lo straordinario, il Governo mantenga la promessa fatta di individuare ulteriori risorse, anche nei prossimi esercizi finanziari.

Lo stesso dicasi per le indennità accessorie, che sono ferme da 22 anni.
Con la raccomandazione di concentrare gli appostamenti già previsti su poche voci, in particolare sui servizi più disagevoli, come quelli notturni.

ASCOLTA L’INTERVENTO COMPLETO DEL SEGRETARIO GENERALE COISP, DOMENICO PIANESE