Ricostruzione della carriera dei Sovrintendenti promossi per merito straordinario. Esito riunione

1332

Nella mattinata odierna, come già anticipato, si è tenuta una riunione tra l’Amministrazione, la Federazione COISP MOSAP e altre organizzazioni sindacali, relativa alla questione della ricostruzione di carriera dei Colleghi promossi nel ruolo dei Sovrintendenti per merito straordinario, di cui alla sentenza della Corte Costituzione n. 224/2020 del 7 ottobre 2020.
Il Dipartimento, rappresentato dal Direttore Centrale della DAGEP Prefetto Giuseppe Scandone, ha rappresentato che dei ‘pareri’ del Consiglio di Stato e dell’Avvocatura dello Stato hanno imposto di poter procedere alla ricostruzione di carriera solo dei 55 Colleghi che hanno ottenuto la citata promozione per merito straordinario successivamente alla menzionata sentenza della Corte Costituzionale.
L’Amministrazione ha rappresentato inoltre il proprio intendimento di procedere alla semplificazione di alcune fasi concorsuali, in particolare per cercare di ridurre i contenziosi: i titoli presentati dai partecipanti dopo la validazione e la valutazione da parte delle Commissioni Esaminatrici saranno nuovamente sottoposti ai partecipanti per una ulteriore validazione e verifica.
La Federazione COISP MOSAP è stata molto critica sulla mancanza di confronto ed informazioni sulla problematica dei Sovrintendenti promossi per merito straordinario ed ancor più per l’esito dei pareri del CdS e dell’Avvocatura dello Stato che sono andati in direzione esattamente opposta rispetto agli obiettivi ed agli impegni dell’Amministrazione, trattando nel modo peggiore i suoi Poliziotti migliori.
La Federazione ha chiesto con forza che l’Amministrazione risponda formalmente a tutti i Colleghi che hanno avanzato richieste, in autotutela, di ricostruzione della propria carriera, in modo che siano rimessi in termini per poter impugnare i provvedimenti negativi.
Per quanto riguarda le procedure concorsuali in atto e future, la Federazione COISP MOSAP ha chiesto che venga superato il sistema dei titoli iscritti a matricola e che si avvii una procedura che tenga conto dei titoli posseduti a prescindere se siano iscritti o meno a matricola. Ha inoltre chiesto trasparenza ed informazioni sulle procedure concorsuali in atto, in particolare quelle che riguardano gli Ispettori e le prove da sostenere.
Infine la Federazione COISP MOSAP ha chiesto che sia garantito un confronto bimestrale o trimestrale tra Amministrazione e Sindacati maggiormente rappresentativi sull’andamento delle procedure concorsuali.
L’Amministrazione, al termine dell’incontro, ha assicurato che aderirà alla richiesta di questa Federazione COISP MOSAP relativa all’istituzione di un tavolo permanente che periodicamente si riunisca per analizzare le problematiche concorsuali ed individuare le più idonee soluzioni. Inoltre si è impegnata ad inviare i pareri del CdS e dell’Avvocatura dello Stato in giornata e, nel breve termine, a fornire indicazioni sulla calendarizzazione delle prove orali del concorso per 1.141 Vice Ispettori.
La Federazione COISP MOSAP sottoporrà al nuovo Ministro dell’Interno la problematica degli oltre 1.000 Colleghi promossi nel ruolo dei Sovrintendenti per merito straordinario e poi in seguito ingiustamente scavalcati nel ruolo, chiedendo eventualmente un intervento legislativo che garantisca a tutti loro gli effetti della sentenza della Corte Costituzionale prima ricordata e non consenta la stesura di pareri o quant’altro che possano incidere negativamente su quello che a parere nostro è un loro pieno diritto.
Roma, 13 ottobre 2022

La Segreteria Nazionale della Federazione COISP MOSAP

SCARICA QUESTA NOTA IN PDF