Rave Party a Modena, bene gestione Ministro Piantedosi. Anche sequestro mezzi sarebbe forte deterrente – Comunicato stampa e Agenzie

592

Rave Party, Coisp: sequestro mezzi sarebbe forte deterrente

Roma, 30 Ottobre 2022 – “Non possiamo che plaudire alla decisione presa dal ministro dell’Interno Piantedosi di ordinare lo sgombero del rave party di Modena. In questi raduni, infatti, circolano illegalmente droghe di ogni tipo e spesso, di conseguenza, siamo costretti ad assistere a epiloghi infausti per i giovani che vi prendono parte”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp. “Oltre alla decisione di interrompere l’evento, illegale e organizzato in spazi pubblici cittadini, consideriamo estremamente importante – continua Pianese – la proposta del ministro di sequestrare e confiscare le auto, i pullman e i camion utilizzati per portare le migliaia di persone al rave e il materiale utilizzato: questo infatti apporterebbe un danno consistente ai partecipanti e agli organizzatori che inevitabilmente fungerebbe da potente deterrente per il futuro. Le lacrime di coccodrillo non sono mai servite a nessuno: per tutelare le nostre città e i nostri giovani è necessaria tolleranza zero per questo tipo di raduni” conclude.

AGENZIE STAMPA


COISP; BENE PIANTEDOSI, ORA SEQUESTRARE MEZZI

(ANSA) – ROMA, 30 OTT – “Non possiamo che plaudire alla decisione presa dal ministro dell’Interno Piantedosi di ordinare lo sgombero del rave party di Modena. In questi raduni, infatti, circolano illegalmente droghe di ogni tipo e spesso, di conseguenza, siamo costretti ad assistere a epiloghi infausti per i giovani che vi prendono parte”. Così Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp.
“Oltre alla decisione di interrompere l’evento, illegale e organizzato in spazi pubblici cittadini, consideriamo estremamente importante – continua Pianese – occorrerebbe sequestrare e confiscare le auto, i pullman e i camion utilizzati per portare le migliaia di persone al rave e il materiale utilizzato: questo infatti apporta un danno consistente ai partecipanti e agli organizzatori che inevitabilmente funge da potente deterrente per il futuro. Le
lacrime di coccodrillo non sono mai servite a nessuno: per tutelare le nostre città e i nostri giovani è necessaria tolleranza zero per questo tipo di raduni”. (ANSA).


MODENA: COISP, SEQUESTRO MEZZI SAREBBE FORTE DETERRENTE/RPT =
Roma, 30 ott. (Adnkronos) – ”Non possiamo che plaudire alla decisione presa dal ministro dell’Interno Piantedosi di ordinare lo sgombero del rave party di Modena. In questi raduni, infatti, circolano illegalmente droghe di ogni tipo e spesso, di conseguenza, siamo costretti ad assistere a epiloghi infausti per i giovani che vi prendono parte”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp.
”Oltre alla decisione di interrompere l’evento, illegale e organizzato in spazi pubblici cittadini, consideriamo estremamente importante – continua Pianese – sarebbe opportuno sequestrare e confiscare le auto, i pullman e i camion utilizzati per portare le migliaia di persone al rave e il materiale utilizzato: questo infatti apporterebbe un danno consistente ai partecipanti e agli organizzatori che inevitabilmente fungerebbe da potente deterrente per il futuro. Le lacrime di coccodrillo non sono mai servite a nessuno: per tutelare le nostre città e i nostri giovani necessaria tolleranza zero per questo tipo di raduni” conclude. (Cro/Adnkronos)


MODENA. RAVE PARTY, COISP: SEQUESTRO MEZZI È FORTE DETERRENTE
(DIRE) Roma, 30 ott. – “Non possiamo che plaudire alla decisione presa dal ministro dell’Interno Piantedosi di ordinare lo sgombero del rave party di Modena. In questi raduni, infatti, circolano illegalmente droghe di ogni tipo e spesso, di conseguenza, siamo costretti ad assistere a epiloghi infausti per i giovani che vi prendono parte”. Così in una nota Domenico Pianese, segretario generale del sindacato di Polizia Coisp.
“Oltre alla decisione di interrompere l’evento, illegale e organizzato in spazi pubblici cittadini, consideriamo estremamente importante – continua Pianese – il sequestro e confiscato le auto, i pullman e i camion utilizzati per portare le migliaia di persone al rave e il materiale utilizzato: questo infatti apporterebbe un danno consistente ai partecipanti e agli organizzatori che inevitabilmente funge da potente deterrente per il futuro. Le lacrime di coccodrillo non sono mai servite a nessuno: per tutelare le nostre città e i nostri giovani è necessaria tolleranza zero per questo tipo di raduni” conclude. (Vid/ Dire)

SCARICA LA RASSEGNA IN PDF