Questura di Matera, attribuzione alla Polizia di Stato dei compiti delle Prefetture

455

Roma, 13 maggio 2020

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO PER LE RELAZIONI SINDACALI

OGGETTO: Attribuzione alla Polizia di Stato dei compiti delle Prefetture. Questura di Matera.

A norma di legge, “le Prefetture concorrono, insieme alle diverse componenti del Servizio
nazionale di protezione civile e in raccordo con il Dipartimento della protezione civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, ad assicurare la tutela della integrità della vita, dei beni, degli insediamenti e dell’ambiente dai danni o dal pericolo di danni derivanti da calamità naturali. Al verificarsi di un evento, più o meno grave, il Prefetto garantisce il tempestivo avvio dei primi soccorsi, adottando i provvedimenti urgenti ed assicurando l’impiego delle forze operative per la gestione dell’emergenza, con particolare riguardo ai vigili del fuoco e alle forze dell’ordine.
Quando la situazione è più complessa e richiede interventi coordinati delle diverse componenti del sistema di protezione civile, a livello provinciale viene attivato, presso la Prefettura-U.T.G., un ” Centro di coordinamento dei soccorsi” (CCS), quale struttura provvisoria per il tempo dell’emergenza, con funzioni di raccordo ed armonizzazione delle misure che fanno capo ad amministrazioni ed enti diversi” … ecc. ecc..
Ebbene, in molte Questure tra cui quella di Matera, siamo arrivati al punto che le nostre Sale Operative, oltre alle mansioni relative alla gestione del sistema informatizzato Softconsolle NUE, alla piattaforma Mercurio per il controllo del territorio, al portale Alloggiati, Youpol, Braccialetto elettronico, Localizzatore 112 NUE, telecamere videosorveglianza, lettori di targhe, PEC UPGSP, ed ovviamente abilitazione SDI, abilitazione portale Immigrazione stranieri WEB, abilitazione Mipgweb archivio e denunce, radio tetra, eventuale inserimento schede alloggiati che gli alberghi che non sono in grado di inserirle nel Portale, etc. etc.., si sono viste attribuiti i compiti propri delle Prefetture e dovranno quindi: gestire la PEC della Prefettura relativa alla protezione civile;
ricevere fax e veicolarli sollecitamente al destinatario; allertare telefonicamente il personale reperibile dell’Ufficio Cifra della Prefettura al sopraggiungere di un documento classificato; segnalare al Funzionario di turno della Prefettura ogni emergenza, comunque pervenuta, attinente all’ordine pubblico, ad emergenze sanitarie, ad emergenze di protezione civile quali eventi calamitosi ed avverse condizioni atmosferiche; provvedere alla distribuzione di avvisi meteo, delle previsioni pluviometriche, del livello dei bacini fluvio-lacustri, del rischio idraulico, … e molto altro ancora.
Ora, fermo restando le prerogative dell’Amministrazione in ordine alla distribuzione, alle varie articolazioni territoriali, dei “compiti istituzionali” attribuiti alla Polizia di Stato ed al suo personale, si chiede se tra detti “compiti e mansioni” siano compresi anche quelli che dovrebbero essere assolti dalle Prefetture.
Si attende cortese urgente riscontro.
Cordiali Saluti.

La Segreteria Nazionale del COISP