Problematiche inerenti la procedura di mobilità ordinaria del personale del ruolo degli Ispettori per l’anno 2023

1652

Roma, 18 aprile 2023

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO LE RELAZIONI SINDACAL DELLA POLIZIA DI STATO

OGGETTO: Problematiche inerenti la procedura di mobilità ordinaria del personale del ruolo degli Ispettori per l’anno 2023.

Come noto, con circolare N.333/ISP/II/SEZ.MOBILITA’/COLL.9018/B/2023, dell’11 aprile 2023, è stato comunicato “(…) l’imminente avvio di una procedura di mobilità peril personale del ruolo degli Ispettori che espletano funzioni di polizia, che avrà inizio nel corrente mese e si concluderà entro il mese di dicembre 2023 (…)”.

La predetta procedura, sarà resa operativa “(…) in concomitanza all’immissione in ruolo dei vincitori della procedura concorsuale interna attualmente in atto, consentirà di aderire alle aspettative del personale ed alle esigenze degli uffici e dei reparti della Polizia di Stato (…)”, intendendosi per tali i vincitori del concorso interno per titoli ed esami con il quale sono stati banditi 1141 posti per Vice Ispettore nei ruoli ordinari della Polizia di Stato.

Detta procedura concorsuale al momento in atto, prevede l’avvio del previsto corso di formazione verosimilmente nel prossimo mese di settembre e considerato che lo stesso sarà articolato in tre mesi la sua conclusione è stata prevista per la fine del corrente anno.
Da qui la chiusura della cennata procedura di mobilità entro il mese di dicembre 2023.

Il COISP evidenzia che potrebbe profilarsi all’orizzonte una situazione fortemente discriminatoria nei confronti di numerosi colleghi del ruolo Ispettori.

Ci risulta che diversi Vice Ispettori del 15° corso immessi in ruolo il 5 febbraio 2022, rischierebbero di rimanere esclusi dai previsti trasferimenti. Nello specifico, infatti, poiché il corso in questione non garantiva a tutti i vincitori la permanenza in sede, un centinaio di Vice Ispettori sono stati destinati in sedi diverse da quelle in cui prestavano servizio.

Ciò stante, con il duplice intento di non penalizzare ulteriormente i predetti Vice Ispettori, già danneggiati dalla prima assegnazione e di poter evitare a costoro una duplice beffa, escludendoli per soli 35 giorni dalla procedura di mobilità in questione, si chiede di valutare la possibilità di includere nella predetta procedura di mobilità anche questi colleghi, anche in considerazione che i prossimi trasferimenti potrebbero essere disposti a distanza di molto tempo. Infatti, il prossimo corso che sarà pianificato entro luglio 2023 riguarda il concorso pubblico per 1000 posti da Vice Ispettore, che prevede, al momento, la durata di 24 mesi di cui 18 stanziali presso i Centri di Formazione, la prossima procedura di mobilità potrebbe avvenire non prima del 2025.

Il COISP in considerazione di quanto evidenziato chiede che i predetti Vice Ispettori possano essere inclusi nella procedura di mobilità, avviata con l’emissione della circolare in premessa.
In attesa di cortese urgente riscontro, l’occasione è gradita per inviare i più cordiali saluti.

La Segreteria Nazionale del COISP

SCARICA QUESTA NOTA IN PDF