Poliziotto ferito, Coisp: ora vogliamo giustizia, no assoluzione per infermità mentale – Comunicato stampa

1102

Poliziotto ferito, Coisp: ora vogliamo giustizia, no assoluzione per infermità mentale

ROMA, 9 MAG 2024 – “Fa ancora più rabbia il fatto che Hasan Hamis, l’uomo che questa notte ha accoltellato il nostro collega a Milano, doveva essere ancora in carcere per aver commesso numerosi reati, tra cui rapina aggravata, oltre che per la mancata ottemperanza del provvedimento di espulsione.
Sono anni che come sindacato ci battiamo per far sì che chi commette crimini violenti non possa accedere a sconti di pena o a forme alternative alla detenzione in carcere perché, come è stato drammaticamente dimostrato oggi e in un’infinità di altre occasioni, la pericolosità sociale di alcuni soggetti mette a rischio l’incolumità degli agenti atti al controllo del territorio oltre che dei cittadini.
Speriamo che ora venga fatta giustizia e che non vi siano richieste di assoluzione per infermità mentale”.
Lo dichiara in una nota Domenico Pianese, Segretario Generale del Sindacato di Polizia Coisp.

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF