Obbligo Green Pass per l’accesso alle mense obbligatorie di servizio. Richiesta di incontro urgente. SEGUITO

1497

Roma, 16 agosto 2021

AL SIGNOR CAPO DELLA POLIZIA
Direttore Generale della Pubblica Sicurezza
Prefetto Lamberto Giannini

OGGETTO: Obbligo Green Pass per l’accesso alle mense obbligatorie di servizio.
Richiesta di incontro urgente. SEGUITO

Preg.mo Signor Capo della Polizia,
lo scorso 14 agosto, mentre il Suo Dipartimento si apprestava ad emanare una circolare con la quale vietava l’accesso alle mense obbligatorie di servizio dei nostri Colleghi sprovvisti della certificazione verde Covid-19 (c.d. Green Pass) , così ritrattando altra circolare di appena 9 giorni prima, questa O.S., che di tale nuova disposizione aveva appreso dagli organi di stampa (e già questo ha dell’incredibile), Le rappresentava il proprio forte disaccordo verso il citato divieto che non era stato preceduto da alcun confronto con il Sindacato.

Sempre nella medesima lettera, Signor Capo della Polizia, Le sottolineavamo l’assoluta illogicità di detta nuova circolare, emanata evidentemente in maniera più che frettolosa e per questo fortemente superficiale, lamentavamo che nella stessa non vi era alcuna indicazione su come potranno consumare il pasto quei colleghi che ne hanno diritto ma per vari legittimi motivi sono sprovvisti della citata certificazione verde, chiedevamo se la suddetta volontà di tenere lontani i Poliziotti vaccinati da quelli non vaccinati trovasse poi seguito anche nello svolgimento dei servizi, negli Uffici o a bordo dei veicoli di Polizia, etc. etc.

Ora, Gent.mo Signor Capo della Polizia, le allegate fotografie ritraggono Poliziotti del Reparto Prevenzione Crimine “Piemonte”, aggregati a Gorizia, che sono stati obbligati, tra un servizio ed un altro, a consumare il pasto sui gradini di una scalinata o in piedi appoggiandosi ad un muretto.
Situazioni analoghe si stanno verificando in altre parti d’Italia e le immagini sono già di dominio pubblico.

È il risultato di detta circolare di due giorni addietro, della frettolosa e superficiale introduzione dell’obbligo del Green Pass per le nostre mense obbligatorie di servizio, dopo nove giorni di altra circolare che affermava esattamente il contrario.

Beh, quanto sta accadendo non è certamente degno della Polizia di Stato.

Da oggi, ove presenti, metteremo a disposizione le sedi sindacali del COISP per evitare che i nostri Colleghi ancora sprovvisti di Green Pass, o che non possono ottenerlo per motivi disalute, non siano costretti a mangiare su un marciapiede o su una scalinata emarginati come barboni.

Alla Preg.ma S.V. rinnoviamo la richiesta di sospendere la valenza della suddetta circolare e a pianificare un urgente incontro con questo Sindacato.
Con sincera e profonda stima,

Il Segretario Generale del COISP
Domenico Pianese

SCARICA LA NOTA IN PDF