Obbligo del Green Pass per il personale della Polizia di Stato per l’accesso nei luoghi di lavoro. Lettera al Capo della Polizia

1251

Roma, 17 settembre 2021

AL SIGNOR CAPO DELLA POLIZIA
Direttore Generale della Pubblica Sicurezza
Prefetto Lamberto Giannini

OGGETTO: Obbligo del Green Pass per il personale della Polizia di Stato per l’accesso nei
luoghi di lavoro.

Preg.mo Signor Capo della Polizia,
sin dal momento della nomina al vertice della Polizia di Stato la S.V. ha dato dimostrazione di grande attenzione nei confronti delle problematiche del personale e di questo gliene siamo grati e ne abbiamo sempre dato atto.

Ora, la volontà del Governo, manifestata ieri con appositi provvedimenti, di obbligare le Donne e gli Uomini della Polizia di Stato e di tutta la P.A. ad essere in possesso della certificazione verde Covid-19 (c.d. Green Pass) per poter accedere nei luoghi di lavoro e quindi poter prestare la propria precipua attività a tutela della Sicurezza del Paese e a salvaguardia dell’incolumità dei cittadini e dei loro beni, sarà certamente causa di non poche complicanze anche organizzative all’interno della nostra Amministrazione, oltre che inerenti al rispetto dei diritti di ciascun Poliziotto.

È di tutta evidenza che bisogna arrivare al 15 ottobre p.v., data in cui l’obbligo entrerà in vigore, preparati al momento in cui detta volontà inizierà ad esplicarsi nella sua piena autorità … ed essere preparati significa riuscire a garantire le esigenze ed i diritti di tutti i nostri Colleghi.

La preghiamo quindi di voler valutare la pianificazione di un incontro con questo Sindacato e con le altre OO.SS. che riterranno doverosa la loro presenza, al fine di poter discutere quanto più ampiamente possibile della suddetta innovazione normativa, con l’obiettivo di contemperare i diritti delle donne e uomini della Polizia di Stato con l’applicazione delle innovazioni normative anti Covid 19.

Nel ringraziarLa per la sicura attenzione, si rinnovano i sentimenti di sincera e profonda stima.

Il Segretario Generale del COISP
Domenico Pianese

SCARICA QUESTA NOTA IN PDF