Mancato rinnovo della convenzione con Trenitalia. Richiesta di intervento

1127

Roma, 2 luglio 2019

MINISTERO DELL’INTERNO
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
SEGRETERIA DEL DIPARTIMENTO
UFFICIO PER LE RELAZIONI SINDACALI

OGGETTO: Agevolazioni per i viaggi dei dipendenti della Polizia di Stato in servizio ed in
quiescenza e loro familiari (coniuge e figli minorenni) sui treni Trenitalia.
Mancato rinnovo della convenzione – Richiesta di intervento urgentissimo

Con circolare datata 28 gennaio c.a., avente prot. 0002909 del 29.1.2019, la Direzione Centrale per gli Affari Generali della Polizia di Stato aveva comunicato il rinnovo, fino al 30 giugno 2019, dell’Accordo con la Società Trenitalia S.p.A. per agevolazioni sull’acquisto di biglietti ferroviari da parte dei Poliziotti in servizio ed in quiescenza ed i loro familiari.
Ad oggi, trascorso il termine ultimo di validità del citato Accordo, non si ha alcuna notizia
di un eventuale rinnovo dello stesso, con ciò creando enorme malcontento tra il personale che proprio d’ora in poi avrebbe maggiormente fruito delle agevolazioni in questione per alcuni giorni di vacanza con i propri familiari.
A fronte del citato mancato rinnovo, peraltro, si evidenzia il sussistere di agevolazioni
sull’acquisto dei biglietti che Trenitalia continua a concedere ad altri soggetti.
Codesto Ufficio è pregato di voler intervenire con la massima sollecitudine al fine di assicurare al personale della Polizia di Stato ed ai loro familiari il rinnovo delle richiamate agevolazioni sull’acquisto di biglietti ferroviari, …… agevolazioni che non costituiscono certo un diritto ma sono davvero il minimo da dover garantire visti anche i durevoli e “convenienti” rapporti di collaborazione che la Società Trenitalia S.p.A. ha con l’Amministrazione della P.S. e che questa assolve per mezzo di quelle migliaia di colleghi che ogni giorno, con grande sacrificio, garantiscono la sicurezza sui treni.

In attesa di cortese urgentissimo riscontro, l’occasione è gradita per inviare i più Cordiali
Saluti.

La Segreteria Nazionale del COISP

SCARICA QUESTA NOTA IN FORMATO PDF