La Polizia intitola la Sezione della Polizia Stradale di Livorno a Fabio Baratella

700

Questa mattina si è svolta la cerimonia di intitolazione degli Uffici della Sezione Polizia Stradale di Livorno al Vice Sovrintendente della Polizia di Stato Fabio Baratella, un nostro collega, un amico, un uomo che, in nome del proprio dovere, il 30 gennaio 2019, ha sacrificato la sua stessa vita in un tragico incidente stradale, mentre svolgeva servizio di
pattuglia.
Alla cerimonia ha partecipato il Capo della Polizia Franco Gabrielli, che a Livorno era già venuto per rendere omaggio a Fabio in occasione dei funerali solenni che si sono svolti in
Duomo. Hanno altresì partecipato il Prefetto di Livorno Gianfranco Tomao, il Questore Lorenzo Suraci, il Dirigente del Compartimento della Polizia Stradale della Toscana Paolo
Maria Pomponio, i Questori di tutta la regione nonché i Dirigenti degli Uffici e Reparti della
Stradale nonché delle altre specialità della Polizia Ferroviaria e Polizia Postale.
Assieme ai Poliziotti della Polizia Stradale, della Questura e degli altri Uffici di Polizia di Livorno, ancora una volta tutti uniti attorno ai familiari di Fabio e nel suo ricordo, non
ha fatto mancare la propria presenza il Sindacato di Polizia COISP, al quale Fabio era iscritto ed alla cui attività partecipava, con il Segretario Nazionale Sergio Bognanno,
il Segretario Generale Regionale della Toscana Iuri Martini, il Segretario Generale Provinciale di Livorno Massimo Montuori unitamente a tutta la Segreteria ed il
Consiglio Provinciale tra cui anche Gino Gabrielli, l’Ispettore della Polizia di Stato che quel 30 gennaio era di servizio con Fabio Baratella e che inizialmente
gravissimo è poi riuscito a sopravvivere.
All’ingresso della caserma della Polizia Stradale è stata posizionata una targa in ricordo di Fabio.
È stato un tributo commovente in nome di un Poliziotto ma soprattutto di un uomo vero, schietto e preparato che tutti ricordano e ricorderanno sempre con stima e affetto … un nostro eroe.

Ciao Fabio.

Roma, 21 febbraio 2020

La Segreteria Nazionale del COISP

SCARICA QUESTO COMUNICATO IN PDF