Il Ministro Piantedosi in visita al Reparto mobile di Roma insieme al Capo di Gabinetto, Prefetto Maria Teresa Sempreviva, il Capo della Polizia, Prefetto Vittorio Pisani ed il Direttore Centrale delle Specialità, Prefetto Renato Cortese. UN SEGNO TANGIBILE DI VICINANZA E SOLIDARIETÀ VERSO I POLIZIOTTI

1096

“Ringraziamo il Ministro Piantedosi per aver portato la sua vicinanza, e la solidarietà da parte di tutto il governo, agli agenti del Reparto Mobile di Roma feriti nel corso delle tensioni all’Università Sapienza nei giorni scorsi, e a tutti i Poliziotti impegnati ad assicurare l’ordine e la sicurezza pubblica. Nel nostro Paese si svolgono ogni anno circa 3mila manifestazioni e solo nel 3% dei casi si registrano incidenti, che sono comunque quasi sempre correlati al mancato preavviso o al mancato rispetto delle prescrizioni dell’Autorità di pubblica sicurezza. Possiamo affermare in modo incontrovertibile perciò che la Polizia di Stato è una garanzia democratica a tutela dell’esercizio delle libertà costituzionali e che opera sempre nel pieno rispetto della legge dello Stato. La presenza del Ministro Piantedosi al Reparto Mobile di Roma, dunque, ha un valore non solo simbolico: dimostra concretamente la sua vicinanza alle donne e agli uomini della Polizia di Stato, soprattutto in momenti di difficoltà come quello che stiamo attraversando in questo periodo in cui siamo aggrediti quotidianamente, e non solo fisicamente, da chi pensa che sia normale esprimere le proprie idee attraverso la violenza. Non può e non deve passare il messaggio per cui l’aggressione ai poliziotti sia un fatto normale o socialmente accettato, destinato a rimanere sostanzialmente impunito”.