Il COISP ricorda Filippo Raciti

350

Il 2 Febbraio di quindici anni fa moriva in servizio l’Ispettore Capo Filippo Raciti, durante i violenti scontri tra i tifosi del Catania e gli Ultras del Palermo.

Dopo aver prestato servizio presso la Questura di Catania, al Reparto Volanti, Raciti era stato trasferito al X Reparto Mobile, dove aveva maturato una grande esperienza nei servizi di Ordine Pubblico, per i quali era anche istruttore.

Il 2 Febbraio del 2007, presso lo stadio Angelo Massimino, si stava disputando il “derby di Sicilia” tra il Catania e il Palermo.
L’evento sportivo, ancora in svolgimento, degenerò in un vortice di violenza causato da disordini e scontri tra tifoserie, sia all’interno che all’esterno dell’impianto.
Raciti venne colpito duramente all’addome durante i violenti scontri, riportando un grave trauma addominale.
Morirà lo stesso giorno.

Le indagini sulla sua morte portarono all’arresto di due tifosi.
La morte di Raciti suscitò forte emozione in tutto il paese e causò l’interruzione di tutti i campionati di calcio in Italia per una settimana.

Il COISP lo ricorda e gli rende onore