Grazie al COISP verrà istituito un attestato di merito con nastrino per emergenza da Covid-19

3566

Grazie al COISP verrà istituito un attestato di merito con nastrino per tutto il personale impiegato nei servizi svolti al fine di contenere l’emergenza epidemiologica da Covid-19

Lo scorso 24 luglio il COISP, preso atto dell’emanazione, da parte del Dipartimento della Protezione Civile, di una circolare volta all’attribuzione dell’attestato di pubblica benemerenza nei confronti del personale “che abbia partecipato allo stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili Coronavirus …distinguendosi per le significative capacità propositive e gestionali o singolari doti di altruismo ed abnegazione”, indirizzò una lettera al Capo della Polizia, chiedendo che il predetto attestato venisse riconosciuto a tutte le Donne e Uomini della Polizia di Stato impiegati nei vari servizi di ordine pubblico connessi all’emergenza epidemiologica da COVID-19, in quanto tutti chiamati a mettere in campo uno straordinario impegno per il Paese.

Nel contempo il COISP chiese anche, al Capo della Polizia, l’emanazione di due decreti:
▪ il primo, volto a garantire, anche alle Donne e agli Uomini della Polizia di Stato, la possibilità di fregiarsi del “nastrino di merito” che lo Stato Maggiore della Difesa, con decreto del 10 luglio 2020, aveva inteso istituire per il personale delle Forze Armate impiegato nell’emergenza COVID-19 “a prescindere dal periodo prestato”;
▪ il secondo, volto a dichiarare lo stato di emergenza in argomento tra gli “eventi di particolare entità” previsti dall’art. 5 del D.M. 10.11.2011 ai fini dell’attribuzione del “nastrino di lungo impiego nei servizi di ordine pubblico” ai Poliziotti impiegati nei citati servizi connessi all’emergenza COVID-19 per un periodo di almeno 30 giorni (anche non continuativi, come già statuito per altri recenti “grandi eventi”).

Le nostre richieste al Prefetto Gabrielli sono state reiterate lo scorso 11 settembre, ove pure è stata manifestata la preoccupazione per la scadenza, fissata al 30 settembre, relativa alle segnalazioni dei Poliziotti al fine dell’attribuzione dell’attestato di pubblica benemerenza del Dipartimento della Protezione Civile, attesa l’enorme difficoltà ad interpretare la relativa circolare da parte di molti Uffici e Reparti periferici.
Come usualmente si verifica, le nostre rivendicazioni sono state fatte proprie anche da altri sindacati i quali di corsa si sono prodigati …. anche con lettere riportanti date molto antecedenti a quella della loro pubblicazione. Solo il COISP, comunque, si era rivolto al vertice del Dipartimento circostanziando in maniera dettagliata i riconoscimenti che chiedeva per i propri colleghi. Altri facevano solo riferimento all’attestato di pubblica benemerenza o richiedevano generiche ricompense.

Ebbene, in riscontro alla difficoltà, da NOI denunciata, di dar corso, nei tempi previsti, all’attività volta al riconoscimento dell’attestato di pubblica benemerenza del Dipartimento della Protezione Civile, con circolare dello scorso 16 settembre (di seguito allegata) il Dipartimento della P.S. ha comunicato che il termine per presentare le candidature “è stato posticipato al 1° dicembre p.v.”.

In riferimento alla NOSTRA richiesta di dichiarare lo stato di emergenza in argomento tra gli “eventi di particolare entità” previsti dall’art. 5 del D.M. 10.11.2011 ai fini dell’attribuzione del “nastrino di lungo impiego nei servizi di ordine pubblico” ai Poliziotti impiegati nei citati servizi connessi all’emergenza COVID-19 per un periodo di almeno 30 giorni (anche non continuativi, come già statuito per altri recenti “grandi eventi”) e di fregiarsi del “nastrino di merito” che lo Stato Maggiore della Difesa aveva istituito per il proprio personale, il Dipartimento della P.S. con circolare dello scorso 15 settembre (di seguito ne è allegato uno stralcio) ha comunicato che…

al fine di dare la giusta valorizzazione all’attività prestata in occasione dell’emergenza Covid-19, si sta valutando di istituire un attestato di merito con nastrino, da rilasciare a tutto il personale della Polizia di Stato che, con effettiva presenza e per un periodo di almeno trenta giorni, anche non continuativi, tra il 1° febbraio ed il 15 ottobre 2020, abbia concretamente contribuito alla realizzazione della straordinaria attività di governo dell’emergenza sanitaria, o abbia effettivamente partecipato servizi di polizia sul territorio finalizzati al contenimento del fenomeno epidemiologico, incluso l personale incaricato del coordinamento delle operazioni, ad esempio nelle sale operative.

Il Dipartimento della P.S., quindi, sta valutando di istituire un proprio attestato di merito con nastrino, così andando incontro alle richieste del COISP ed alle giuste aspettative delle Donne e degli Uomini della Polizia di Stato.

Non è superfluo sottolineare che una facile analisi letterale di quanto sopra porta ad escludere che si tratti del “nastrino di lungo impiego nei servizi di ordine pubblico” che peraltro non è da istituire in quanto già esistente.

Ora, considerato che non è pensabile di poter chiedere formalmente oggi una cosa che ancora deve essere istituita o una cosa che l’Amministrazione non ha ancora previsto, mentre taluni sindacati già si prodigano a pubblicizzare inutili istanze da far presentare ai colleghi e che riceveranno un ovvio diniego oltre che una certa comprensibile ilarità da parte di chi le riceverà, il COISP prosegue a dare seguito al proprio impegno, serio e corretto, a favore di tutti i Poliziotti.

Roma, 21 settembre 2020

La Segreteria Nazionale del COISP

SCARICA IL COMUNICATO IN PDF